Pubblicato: Gio, Dicembre 05, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Reddito di Cittadinanza: oltre 200 mila beneficiari accolti dai Centri per l’Impiego

Reddito di Cittadinanza: oltre 200 mila beneficiari accolti dai Centri per l’Impiego

I militari hanno poi scoperto che l'uomo percepiva il sussidio per 500 euro al mese.

Da alcuni giorni l'uomo era costantemente pedinato dai militari dell'Arma che, ieri, lo hanno fermato trovandolo in possesso di un considerevole quantitativo di cocaina del valore di circa 6mila euro sulle piazze di spaccio, in parte già suddivisa in dosi, di due bilancini di precisione e di materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi.

Di questi ultimi, oltre 12mila (il 68,7% dei 17.637 transitati tra gli occupati) hanno trovato infatti un impiego a termine, che li ha costretti a rinunciare all'assegno RdC.

More news: Verona-Roma Diretta Live: Risultato in Tempo Reale (Serie A 2019-20)

Coloro che non dovessero presentarsi saranno soggetti a sanzioni, come previsto dal dispositivo disciplinante il reddito di cittadinanza. E così ecco che il Vico di residenza dalla famiglia, correttamente riportato nell'ISEE dei genitori, è stato trasformato dapprima in Via, quindi in Via Vico I. Nella realtà però - spiegano i carabinieri - sarebbe stato tutto finto: nessuna Via o Via Vico I, inesistenti nel ruolo tributi del Comune, nessun appartamento oltre a quello dei genitori, nessuna utenza allacciata. Le tessere emesse dall'Ufficio Postale di Scigliano a beneficio dei tre nuclei familiari fittizi sono state sequestrate. I 4 dovranno rispondere in concorso dei reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e comunicazione non veritiera dello stato di famiglia, nonché iniziare a trovare un modo, questa volta "legale", per restituire all'INPS i quasi 9.000 € frodati. I controlli ad oggi condotti dai Carabinieri del Comando Provinciale hanno già portato all'individuazione di ulteriori 11 "furbetti", denunciati all'Autorità Giudiziaria.

L'Inps ha fornito chiarimenti in merito alle domande presentate dai cittadini non appartenenti all'Unione europea per il Reddito di Cittadinanza e le Pensioni di cittadinanza, con il messaggio n. 4516 del 3 dicembre 2019.

Come questo: