Pubblicato: Mer, Novembre 13, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Nave italiana attaccata dai pirati in Messico: ci sono feriti

Nave italiana attaccata dai pirati in Messico: ci sono feriti

La scorsa notte una nave italiana dell'azienda ravennate Micoperi - la Remas con 35 persone a bordo - ha subito un attacco che ha tutte le caratteristiche dell'atto di pirateria. Nessuno dei due sarebbe in pericolo di vita. Nei concitati momenti dell'attacco, due membri dell'equipaggio, entrambi italiani, uno ravennate e l'altro di origini pugliesi, sono stati feriti: uno dei due è stato brutalmente malmenato e ha riportato ferite anche alla testa, l'altro invece è stato colpito da un colpo di arma da fuoco alle gambe. L'Unità di Crisi del ministero degli Esteri "segue con la massima attenzione e in raccordo con l'ambasciata d'Italia a Città del Messico". La nave è proprietà della Micoperi, un'azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell'industria offshore.

Il commando, composto da 7-8 persone, ha raggiunto la "Remas" con due barchini veloci, è salito a bordo e ha assaltato l'equipaggio aprendo il fuoco.

More news: Sisma in Francia, controlli e reattori - Europa

Dopo aver rubato la refurtiva, i pirati hanno abbandonato l'imbarcazione e si sono allontanati. I due feriti sono stati sbarcati nel porto di Ciudad del Carmen, dove la "Remas" è arrivata scortata da una unità militare messicana e dove si trovava il personale medico allertato per soccorrere i due marittimi. Sono nove in totale i marittimi italiani a bordo.

Come questo: