Pubblicato: Lun, Novembre 11, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani: "Errore gravissimo, il rigore andava ripetuto"

Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani:

Saverio Sticchi Damiani, presidente del Lecce, ha parlato dopo la sconfitta per 4-2 contro la Lazio facendo alcune precisazioni in merito al gol annullato a Lapadula dopo il penalty sbagliato da Babacar sul risultato di 2-1. Ad esempio sul gol di Lapadula annullato, c'è una regola 14 che spiega come il rigore debba essere ribattuto se contemporaneamente in area entrano giocatori di una squadra e dall'altra. Se ci mettiamo a cambiare le regole facciamo fatica a dare spiegazioni ai nostri 4000 tifosi per spiegare quello che è successo.

More news: Ex Ilva, l’ira del premier: ricatto inaccettabile. E tenta la mediazione

Una volta che l'arbitro emette il fischio - recita il regolamento - per l'esecuzione di un calcio di rigore, il tiro deve essere eseguito; se non viene eseguito l'arbitro può assumere provvedimenti disciplinari prima di emettere il nuovo fischio per l'esecuzione del calcio di rigore. Queste le sue dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: "È una partita che lascia rimpianti e recriminazioni". Tanto di cappello per la Lazio che ha una squadra bellissima, il Lecce ha fatto 18 tiri in porta ed è mortificante parlare di una regola così chiara. Ma in questo caso c'erano sia giocatori del Lecce che della Lazio dentro l'area di rigore e, per questo, l'interpretazione dell'arbitro Manganiello è discutibile. "Oggi era anche un po' stanca, per questo credo che l'episodio da rigore sia stato decisivo".

Come questo: