Pubblicato: Gio, Novembre 07, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Inter, Conte contro Marotta: i tifosi si sono già schierati

Inter, Conte contro Marotta: i tifosi si sono già schierati

"È successo quello che è successo a Barcellona, anche peggio". Dispiace, dovrei parlare sempre delle stesse cose, di processi di crescita, ma non so che dire. Sinceramente non me la sento di commentare il secondo tempo della partita, ci sarebbero troppe attenuanti e troppi alibi da tirare fuori.

La programmazione sbagliata, se c'è, è nella compilazione della rosa, che effettivamente è insufficiente se si vuole lottare per campionato, Champions League e Coppa Italia.

More news: Super Tuesday, due Stati su tre ai Dem

"Conte ha sposato la linea della società Inter, che non voleva più avere niente a che fare con giocatori come Nainggolan, Perisic e Icardi". Ora, che Conte fosse un tecnico abituato a lottare per la vittoria, si sapeva.

Il richiamo è al mercato fatto e a quanto bisognerà fare a gennaio. A giro non ci sono mostri sacri, in più ci sono dei paletti economici da rispettare. Mi sono fidato di alcune situazioni, magari non avrei dovuto fidarmi. E non lo si evince dalle altre parole di Conte, che del calo dei suoi poi ha detto: "Se ci sarà un motivo, dovremo trovarlo con i calciatori, perché già a Sassuolo da 1-4 siamo finiti 3-4". "A noi mancano Gagliardini, D'Ambrosio e Asamoah e siamo in emergenza". Dopo un meraviglioso primo tempo l'Inter era in vantaggio di due reti, ma nella ripresa è crollata e ha perso 3-2. "L'avevo preparata in maniera perfetta?" Siamo l'Inter, bisogna farci tutti un esame di coscienza. Arriviamo fino ad un certo punto. Se i giocatori giocano tutte le partite alla fine qualcosa si paga.

Come questo: