Pubblicato: Mer, Novembre 06, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Leclerc e Binotto rispondono a Verstappen: "Commenti spiacevoli, non lavora alla Ferrari"


Al termine della corsa, che ha visto la brutta prestazione di entrambe le rosse ad Austin - con Sebastian Vettel ritirato per la rottura della sospensione posteriore destra dopo otto giri e nel primo giro infilato da quattro piloti, e con Charles Leclerc solo quarto al termine di un primo stint disastroso e lontanissimo dal terzetto vincente -, si è sollevato un vespaio di voci soprattutto dalla Red Bull circa la regolarità del motore Ferrari. Ho ascoltato i commenti a fine gara, che ritengo molto spiacevoli. Max Verstappen parlando con Ziggo Sport, emittente del suo Paese ha velenosamente commentato così la prova della rossa, dalla ripresa dopo l'estate per la prima volta giù dal podio. L'olandese si riferisce alla potenza della power unit di Maranello, che dalla ripresa dopo la pausa estiva ha messo in seria difficoltà tutti gli avversari. "Penso che Seb avrebbe potuto ottenere la pole ieri, ma forse è stato un po' troppo cauto in una curva". "Nel complesso, considerando le sue prestazioni in Q3 e cosa si sarebbe potuto fare, senza il problema del mattino, sono abbastanza sicuro che anche lui avrebbe potuto essere potenzialmente in pole".

"Siamo soddisfatti della gara di oggi".

More news: Forte scossa di terremoto in mare: avvertita anche nella penisola sorrentina

LECLERC DURO Lo stesso Charles Leclerc, saputo delle parole di Max Verstappen, ha commentato la questione, in parte minimizzando, in parte ridimensionando le affermazioni del rivale: "Penso che sia uno scherzo, a essere del tutto onesti".

Come questo: