Pubblicato: Mer, Novembre 06, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Forze Armate: la cerimonia all'Altare della Patria

Forze Armate: la cerimonia all'Altare della Patria

La data è stata scelta per commemorare l'entrata in vigore, il 4 novembre del 1918, dell'Armistizio di Villa Giusti siglato nella tenuta del conte Vettor Giusti del Giardino, a Padova, dall'Italia e dall'Impero austro-ungarico. Il Sindaco Renata Tosi ha omaggiato questa mattina l'Arma dei Carabinieri nel presidio fisso di Piazzale Ceccarini dove erano presenti il comandante dell'Arma dei Carabinieri di Riccione Capitano Luca Colombari e il luogotente Antonio Cacace. Il 23 ottobre dell'anno successivo, il Regio decreto n.1354 istituiva il 4 Novembre festa nazionale. Una vera e propria invasione, quella di fronte al teatro Massimo e durata qualche ora, in cui le forze armate palermitane hanno messo in mostra le proprie eccellenze, raccontando di sé e delle funzioni svolte e cercando - come nel caso dell'esercito, che aveva un apposito stand - nuovi volontari.

Dal 1922 il 4 novembre divenne il giorno dell'Anniversario della Vittoria, un significato durato solo nel corso dell'epoca del regime Fascista.

Riflessioni e preghiere per ricordare i militari che si sono sacrificati per la patria così come per un ideale di libertà e democrazia.

Una giovane maresciallo dei carabinieri in servizio presso la Compagnia di Nicosia ha letto il messaggio invito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Solenni celebrazioni anche a Villaputzu e a Villasalto per la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate.

More news: Napoli in ritiro, Ancelotti: "Non sono d'accordo con la scelta della società"

Celebrata anche a Reggio la Giornata dell'Unità Nazionale.

Al significato di identità nazionale, il 4 novembre, si collegano anche i temi della sicurezza e della legalità. Il ministero della Difesa fa sapere che, oltre al capoluogo campano, saranno 35 le città italiane coinvolte nelle manifestazioni dedicate alla ricorrenza.

Le celebrazioni all'Altare della Patria si sono concluse con il tradizionale sorvolo delle frecce tricolori.

Ad accogliere anche questa volta i cittadini che aderiranno all'iniziativa, ci saranno gli istruttori del Reggimento Addestrativo e gli esperti di storia militare dell'istituto che guideranno i visitatori in un suggestivo percorso di storia, tradizioni e innovazione tecnologica.

Come questo: