Pubblicato: Mar, Novembre 05, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Ferrari: utile terzo trimestre giù a -41%, migliorano target 2019

Ferrari: utile terzo trimestre giù a -41%, migliorano target 2019

Ebitda e ricavi oltre le attese per Ferrari. Dopo la diffusione dei conti del terzo trimestre del 2019, infatti, il titolo del cavallino a Piazza Affari ha toccato un picco di 155,15 euro per azione, mai raggiunto prima, per poi rallentare leggermente la corsa a attorno a 153,5 euro per azione (+6,4% circa rispetto alla vigilia). Il consensus Bloomberg era fermo a 885 mln. L'utile netto si attesta a 169 mln di euro, in calo del 41,1% rispetto ai 287 mln dello stesso periodo dell'anno precedente. Il risultato è stato trainato dall'aumento pari al 9,5% delle vendite dei modelli a 8 cilindri (V8) e dall'aumento pari all'8,9% dei modelli a 12 cilindri (V12).

La regione Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) "è cresciuta del 13,7%, le Americhe sono rimaste sostanzialmente invariate, mentre Cina Continentale, Hong Kong e Taiwan hanno segnato un calo di poche unità per la decisione di concentrare le consegne ai clienti nella prima parte dell'anno prima dell'introduzione anticipata di nuove normative sulle emissioni". La regione Resto dell'APAC ha registrato un aumento del 23,1%. Il gruppo ora punta su ricavi netti intorno ai 3,7 miliardi di euro (Da 3,5 mld), su un adjusted ebitda di 1,27 mld (da 1,2-1,25 mld), su un adjusted ebit di 0,92 mld (da 0,85-0,9 mld) e su un utile diluito adjusted per azione di 3,70-3,75 euro per azione (da 3,50-3,70 euro per azione).

More news: La nave Ocean Viking con 104 migranti è arrivata a Pozzallo

Revisione al rialzo della guidance 2019 da parte di Ferrari.

Considerata, quindi, la performance solida nel terzo trimestre, Ferrari ha rivisto al rialzo i target per il 2019, con i ricavi netti a 3,7 miliardi di euro (precedentemente si stimavano 3,5 miliardi), ebitda (utili prima degli interessi, delle imposte, del deprezzamento e degli ammortamenti) a 1,27 miliardi (tra 1,2 e 1,25 miliardi), ebit (guadagni prima di interessi e tasse) a 0,92 miliardi (0,85-0,9) e free cash flow (quantità di denaro che l'azienda ha a disposizione) superiore a 0,6 miliardi (maggiore di 0,55). Infine, il Free cash flow industriale è atteso a oltre 0,6 miliardi, da oltre 0,55 miliardi.

Come questo: