Pubblicato: Dom, Ottobre 13, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Germania, attacco alla sinagoga: assalitori respinti sparano in strada, due morti

Germania, attacco alla sinagoga: assalitori respinti sparano in strada, due morti

Lo scrive il sito del quotidiano tedesco Bild che parla di "almeno un morto". Secondo le prime informazioni la sparatoria si sarebbe verificata davanti alla sinagoga mentre una bomba a mano è stata lanciata al cimitero ebraico. Un aggressore era vestito di "verde", "da militare" con un "elmetto", portava una "maschera" e ha sparato contro un negozio con un "mitra".

In primo piano la sparatoria ad Halle, in Germania, in cui sono morte due persone. L'attacco "non è stato ancora rivendicato da alcun gruppo", ha affermato Rita Katz, direttrice di Site, sito di monitoraggio dell'estremismo sul web, "ma da quasi subito le comunità online di estrema destra l'hanno già fatto proprio e chiamano l'ignoto sparatore "santo" come fecero per l'uomo che attaccò la moschea in Nuova Zelanda".

EDIT ORE 17,34: E' un "tedesco bianco" l'uomo arrestato in seguito all'attacco compiuto con armi automatiche nei pressi della sinagogge di Halle. Poco dopo le forze dell'ordine hanno confermato di aver effettuato un arresto, ma non è chiaro se in relazione all'agguato. Lo riferiscono testimoni, citati dalla Bbc.

Il portavoce della cancelliera Merkel ha detto in conferenza stampa: "è una notizia terribile quella di Halle e spero sinceramente che la polizia riesca a prendere gli autori prima possibile, e che nessun altro sia in pericolo".

More news: Napoli, Di Marzio: "Troppi cambi, Lozano non serviva. Ancelotti? Voleva Icardi perché…"

Gli assalitori, almeno due secondo immagini amatoriali, hanno tentato invano di entrare nella sinagoga nel quartiere Paulus. Lo riferisce il presidente della comunita' ebraica di Halle, Max Privorozki. Una versione confermata anche da "Adnkronos" che cita testimoni della Bbc: "L'uomo che ha aperto il fuoco ad Halle indossava una tuta mimetica e possedeva diverse armi". Per questo aveva deciso di agire il giorno dello Yom Kippur, festa religiosa per gli ebrei.

Sono passati molti decenni dal periodo forse più brutto della storia moderna, quello della seconda guerra mondiale, in cui milioni di ebrei trovarono la morte per la più folle idea di pulizia razziale che la mente umana sia stata capace di concepire. La stazione ferroviaria di Halle è stata chiusa. Secondo il sito di Der spiegel, nel filmato si sente il neonazista gridare invettive contro gli "ebrei".

E un'ulteriore sparatoria a Landsberg, una località a una quindicina di chilometri ad est dalla città sassone.

Il video mostra l'arsenale di Balliet e il suo tentativo di posizionare dell'esplosivo davanti alla sinagoga e quindi di forzarne più volte la porta, sparando. Tra le vittime risulta una donna.

Come questo: