Pubblicato: Ven, Ottobre 11, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Quella volta che Elton John fu a 24 ore dalla morte

Quella volta che Elton John fu a 24 ore dalla morte

"Non lasciarmi morire, dammi più tempo ... ti prego, fammi vedere di nuovo i miei figli": ecco la straziante preghiera di Sir Elton John. Nel 2017 Elton è stato operato per un brutto cancro alla prostata e ha rischiato di morire.

Nel libro "Me", in uscita il 15 ottobre 2019, Elton John rivela dettagli inediti della sua esistenza. Un racconto senza reticenze e senza sconti per niente e nessuno, con parole sincere ma anche maliziosamente divertenti. E lo h fatto: prima con il film "Rocketman" e ora con la sua autobiografia. Nel 2017 al cantante fu diagnosticato un cancro alla prostata che preferì curare con un'operazione piuttosto che con le chemioterapie, spiegando che alla fine andò tutto bene, l'operazione fu un successo, ma qualche giorno dopo notò che qualcosa non andava per il verso giusto. In realtà sono stati i miei figli a scegliere per me.

John, poco prima del suo settantesimo compleanno, grazie a una colonscopia di routine scoprì appunto di avere il cancro ed ad uno stato avanzato, tant'è che l'ospedale King Edward VII di Londra dove fu trasportato con urgenza "non aveva le apparecchiature necessarie" per garantire la riuscita dell'operazione. "Le mie condizioni di salute erano davvero gravi e l'ospedale non aveva le strutture adatte per curarmi", si legge ancora nell'autobiografia.

More news: Renzi: "Siamo stati i principali sostenitori del governo, perché mai farlo cadere?"

Quindi il trasferimento in una clinica specializzata della capitale inglese e poi il ricovero in terapia intensiva. Ma la febbre è tornata.

"È come se mi fosse stata mostrata una vita diversa, una vita che ho capito di amore di più di quella in giro" - si legge nella sua autobiografia - La musica è stata una cosa magnifica, ma non tanto quanto ascoltare Zachary parlare dei suoi allenamenti". "I dottori dissero a David che ero a 24 ore dalla morte". Dopo 11 giorni in ospedale sono stato finalmente autorizzato a tornare a casa e ho impiegato sette settimane per riprendermi, imparando a camminare di nuovo.

Sono stato incredibilmente fortunato, anche se non mi sentivo tremendamente fortunato in quel momento. Rimasi sveglio tutta la notte, chiedendomi se sarei morto. Il David a cui fa riferimento è ovviamente David Furnish, marito del cantante.

Come questo: