Pubblicato: Mar, Ottobre 08, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Mancini: "Ecco l'Italia per l'Europeo. La qualificazione in anticipo? Mica era scontata..."

Mancini:

Ma questo è il nostro modo di vivere una partita di calcio e tutto quello che c'è attorno. Poi il debutto sarà lì, forse anche le prime due gare del gruppo. Lo ha detto il ct azzurro Roberto Mancini, nel corso della conferenza stampa nel giorno dell'inizio del raduno in vista dei match con Grecia e Liechtenstein, valide come qualificazione per gli Europei del prossimo anno. A partire dal futuro di Mario Balotelli. Comunque ci siamo parlati.

Mancini ha poi commentato il Derby d'Italia vinto ieri sera dalla Juventus sull'Inter a San Siro. Partendo dalla sfida Inter-Juventus: "È stata una bella partita, intensa, in campo c'erano giocatori bravi". Sono gare diverse dalle altre.

More news: Facebook, corti europee possono rimuovere i post

"Ogni paese ha il suo modo di vivere il calcio". In Inghilterra non accade. Tecnicamente fa cose ottime come sempre e mi sembra che a Napoli sia andata un po' meglio. Florenzi, rimasto a casa perché infortunato, non verrà sostituito: "Di Lorenzo era già stato convocato in più, perché se lo è meritato e perché Florenzi già prima del forfait non stava benissimo". Per il centrocampo, sicuramente rientrerà Tonali dopo la partita con l'Under 21, come da programma. "Probabilmente non chiameremo nessuno (nonostante gli infortuni di Sensi e Florenzi, ndr), a meno che qualcuno non stia bene in questi due giorni". Continuerà l'alternanza tra Immobile e Belotti, è giusto a turno far giocare uno e far riposare l'altro. Se un giocatore si sa curare durante la sua carriera è chiaro che può giocare più a lungo e di conseguenza si può togliere grandi soddisfazioni. Noi crediamo di avere messo insieme una buona squadra. Ognuno può esprimere la propria opinione in un mondo libero, siamo contenti di dove siamo. "Avevamo chiesto un girone con Germania, Olanda, Francia e Spagna, ma non ce l'hanno dato".

Una battuta poi su Moise Kean e Gaetano Castrovilli. Vuol dire che sono migliorati, gli allenatori ci stanno puntando. "Ora non si può più sbagliare". "A Kean bisogna dare la possibilità di fare anche qualche errore".

Come questo: