Pubblicato: Lun, Settembre 30, 2019
Medicina | Di Gottardo Magnano

Sanchez uno-due, il Var conferma: la Sampdoria affonda al Ferraris

Sanchez uno-due, il Var conferma: la Sampdoria affonda al Ferraris

Lui era triste, Conte ferocemente arrabbiato, soprattutto per il primo cartellino giallo rimediato da Sanchez."Sono situazioni che non devono più ricapitare, dobbiamo migliorare in questo, abbiamo rischiato di rovinare tutto" ha tuonato l'allenatore interista. Raddoppia lo stesso cileno scattando sul filo del fuorigioco sull'assist di un incontenibile Sensi.

I nerazzurri di Conte passano a pieni voti anche il sesto esame del fin qui loro trionfale cammino in campionato; lo fanno in maniera autorevole sul prato di Marassi ed eguagliando così la striscia di vittorie consecutive del torneo 1966/1967 appartenuto alla "grande Inter" di Helenio Herrera. I neroazzurri pressano in zona offensiva e sbloccano la partita con Sanchez che devia (involontariamente ndr) con la schiena una conclusione di Sensi beffando Audero: palo e gol e 1-0 per gli ospiti.

More news: Genoa, esonero Andreazzoli: il punto e i possibili nomi

Ad inizio ripresa Jankto segna la rete che riapre il match ma è Gagliardini a chiudere la partita sull'1-3. La Samp prende coraggio e trova il gol al 55' con un bel diagonale di Jankto. Proprio nel momento in cui la squadra di casa stava producendo il massimo sforzo dunque l'Inter riesce a trovare un gol dal peso specifico enorme. Le azioni confezionate dalla squadra di casa sono però perlopiù tiri dalla distanza che non arrivano quasi mai con pericolosità dalle parti della porta difesa da Handanovic.

Ora il Barcellona, poi la Juventus: "La prima partita è quella che ci interessa, poi si penserà all'altra".

Come questo: