Pubblicato: Mer, Settembre 11, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Ricostruzione, Conte alla Camera: "Subito una nuova normativa organica"

Ricostruzione, Conte alla Camera:

Domani il voto in Senato. "La tutela dei beni comuni, infine, è un valore essenziale, che dobbiamo adoperarci per presidiare a tutti i livelli".

"Conte parla espressamente di "'patto politico e sociale' che oggi proponiamo a voi e a tutti i cittadini, si proietta necessariamente, per essere sostenibile, in una dimensione intergenerazionale".

Ha affermato premier Giuseppe Conte nel suo intervento di questa mattina alla Camera nel giorno della fiducia in Parlamento al suo nuovo governo giallo-rosso. Gli astenuti sono stati 5. Il premier Giuseppe Conte è entrato nell'aula. Nel corso del discorso tenuto davanti ai colleghi parlamentari, Conte ha illustrato gli obiettivi del nuovo esecutivo, tra cui figura quello di rendere l'Italia una smart nation.

More news: Maltempo: temporali al Centro-Nord, in evoluzione sui settori Adriatici

Giuseppe Conte interverrà nell'Aula del Senato intorno alle 15.30. Tra gli appartenenti delle Autonomie e del Gruppo Misto, finora in pochi hanno assicurato il proprio sostegno ai giallorossi. "Questo è lo spirito con cui intendiamo continuare a sviluppare i rapporti con i grandi attori globali, - come India, Russia e Cina - e con le aree di maggiore interesse per il nostro sistema produttivo".

Come già accaduto durante la discussione a Montecitorio, anche in Senato si sono levati cori di protesta dai banchi dell'opposizione. E'stato accolto da urla e dal coro "traditore, traditore" da parte di alcuni senatori leghisti. Meloni dà il bentornato a Salvini e mette in guardia Forza Italia: "Non rifaccia l'errore di trattare con il Pd". Il leader leghista ha attaccato il premier in aula, accusandolo di "poltronismo" e di subalternità all'Europa, oltre che di mancanza di stile.

La fiducia alla Camera ha ottenuto comunque il sì con 343 voti favorevoli. I grillini dovrebbero mettere da parte le ambiguità sul loro collocamento politico-ideologico e sposare fino in fondo la causa che hanno scelto di sostenere in questi giorni, affrontando, si spera, un percorso di riflessione (ricostruzione) identitaria che appare ineludibile alla luce delle trasformazioni di questi ultimi anni. Stando ai tabulati dell'Aula, nella maggioranza solo LeU si è presentato al completo. Poi ha minimizzato l'episodio della bagarre in aula: "La Borgonzoni ha esposto una maglietta su Bibbiano - ha detto Centinaio - e la Casellati ha sospeso la seduta, normale amministrazione".

Come questo: