Pubblicato: Mer, Settembre 11, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Michael Schumacher trasferito a Parigi: nuova cura top secret

Michael Schumacher trasferito a Parigi: nuova cura top secret

Michael Schumacher è arrivato oggi a Parigi, all'ospedale europeo Georges Pompidou, per una cura al momento "top secret". Secondo quanto riporta Le Parisien, a Schumacher dovrebbero essere praticate trasfusioni di cellule staminali nell'organismo al fine di ottenere un'azione "anti-infiammatoria sistemica".

L'ex pilota della Ferrari è sotto la supervisione del professor Philippe Menasché, cardiochirurgo 69enne, nel 2014 primo al mondo ad eseguire un trapianto di cellule cardiache embrionali su un paziente con insufficienza cardiaca. Lo si apprende dai media francesi che sottolineano come la cura durerà 48 ore. Qui Schumacher dovrebbe essere sottoposto a una cura top secret a base di cellule staminali. L'ex campione sarebbe in cura proprio a Parigi.

More news: Meteo Napoli lunedì previsioni del tempo del 2 settembre

Che il trattamento a cui verrà sottoposto Schumacher a Parigi sarà di carattere neurologico e riguarderà quindi il sistema nervoso centrale, il cervello e non necessariamente il cuore è convinto Giulio Pompilio, vicedirettore scientifico del Centro Cardiologico Monzino IRCCS, di Milano. A bordo Michael Schumacher, pronto a iniziare la terapia. Secondo Le Parisien, una serie di indizi portanno alla conclusione che si tratti di un trattamento sperimentale con cellule staminali. Ed anche ciò che scriviamo. "È come se dessimo un piccolo farmaco, una piccola aspirina, un piccolo ibuprofene che media meccanismi antiinfiammatori". Frati precisa che nonostante le nuove frontiere terapeutiche "i miracoli non si fanno"; si ottengono infatti piccoli passi in avanti "che talvolta sono silenti, senza la percezione effettiva di un miglioramento".

Il 50enne tedesco, che in carriera ha vinto 91 Gran Premi e 7 titoli mondiali, era rimasto vittima di un incidente sugli sci a Méribel nel dicembre del 2013. I medici sono trincerati dietro un comprensibile silenzio a tutela della famiglia dell'ex Campione che ha sempre chiesto massimo riserbo e privacy.

Come questo: