Pubblicato: Sab, Settembre 07, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Cairo, da Nkoulou mi aspetto le scuse

Cairo, da Nkoulou mi aspetto le scuse

La querelle tra il Torino è Nkoulou ha infiammato gli ultimi giorni del calciomercato granata. Il 29enne difensore, infatti, si è rifiutato di scendere in campo nelle prime due giornate di campionato, sperando di essere ceduto nella finestra di mercato estiva. Su di lui sembrava forte la Roma, aspramente criticata da Urbano Cairo per la "scorrettezza" con la quale Petrachi, ex ds del Toro, stava cercando di portare nella Capitale Nkoulou. Oggi ai microfoni de l'Equipe, l'ex difensore di Marsiglia e Lione è tornato a parlare. Nella mia carriera mai nessun compagno, allenatore o dirigente ha mai messo in dubbio la mia professionalità e ancor meno la mia educazione. "Questo è quello che ho rispettosamente fatto con l'allenatore e i compagni di squadra". "Un professionista deve informare il suo datore di lavoro se non è nelle migliori condizioni".

"Non c'era alcuna promessa di cedere Nkoulou, gli era stato promesso di venderlo ma a condizioni adeguate che non si sono verificate". Sfortunatamente ho compreso che gli impegni sono difficili da mantenere, e ho preso atto che i dirigenti hanno rifiutato la mia partenza.

Parole che spiegano il perché del suo comportamento, ma è dopo questo incipit che Nkoulou attacca il Torino.

More news: Belen Rodriguez è incinta, presto in arrivo una bambina di nome Penelope?

E ora? "Fedele ai miei principi, torno al lavoro senza che questi eventi non influiscano né sulla mia motivazione né sulla mia professionalità, figuriamoci difendere ardentemente i colori del Torino, perché la sua storia e i suoi tifosi lo meritano" ha concluso il difensore. La controreplica di Cairo non si è fatta attendere, scontato che la presenza del presidente granata alla conferenza di Verdi avrebbe indotto i giornalisti presenti a fargli delle domande in merito.

"Il caso N'Koulou si risolve con le scuse, non con un'intervista". "Abbiamo spiegato cosa deve fare, è una cosa che sappiamo". Non sapevo di eventuali promesse con il ds, l'ho riscattato. Ma per farla diventare una cessione deve essere adeguata, a maggior ragione se accettandola andrei a rinforzare una società concorrente a un prezzo che secondo me non è quello giusto.

Come questo: