Pubblicato: Mer, Agosto 14, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Crisi governo, Di Maio: Salvini pagherà per aver tradito gli italiani

Crisi governo, Di Maio: Salvini pagherà per aver tradito gli italiani

Il Capitano può essere odiato o amato, ma nessuno può rinfacciargli di non tentare con determinazione e a viso aperto la realizzazione del programma elettorale, quello che, in fin dei conti, l'hanno portato ad avere più del 17 per cento di voti. Sulla carta, i numeri dovrebbero rassicurare Pd e M5s. Ha il diritto di presentarsi alle Camere per dire quello che abbiamo fatto, quello che potevamo fare e che non faremo. Insomma, oggi si misurano le forze in campo. Direi che Renzi ne e' l'immagine piu' evidente. "Ha tradito alle spalle e a ciel sereno; sui mercati finanziari sta bruciando le risorse che servivano per Flat tax e taglio del cuneo fiscale". Noi chiediamo solo di votare il prima possibile, anche domani mattina.

Certo: dall'altra parte la Lega ci metterebbe un secondo a parlare di volontà tradita e di poteri forti che non la vogliono al governo ma, diciamoci la verità, non è forse lo stesso giochetto che Salvini sta usando da mesi, lo faceva addirittura da ministro dell'interno, e non è forse risibile che a pronunciare quelle parole sia il segretario di un partito che ha largamente governato negli ultimi decenni senza mai riuscire a mantenere una promessa che sia una al guinzaglio del padrone Berlusconi? "Siamo pronti a tutto, l'unica cosa che non ci interessa è scaldare la poltrona". Chi ha paura delle elezioni e' perche' evidentemente ha lavorato male e teme di non tornare in Parlamento.

More news: Jova dal Beach Party in Calabria: "Non siamo hooligan"

Di ritorno da Vittoria, in Sicilia, Salvini ha risposto così ai cronisti al termine della riunione con i suoi: "Se sono pronto a ritirare la nostra delegazione al governo?"

Non è da escludere che la manina che ha rovinato il partito sovranista austriaco sia la stessa che ha messo in circolazione la registrazione che inguaia Savoini e la Lega; una manina intenzionata seriamente a contrastare, piuttosto efficacemente, la deriva sovranista di alcuni partiti europei.

Come questo: