Pubblicato: Mar, Agosto 13, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Open Arms: nove migranti lasciano l’imbarcazione con la scusa che sono malati

Open Arms: nove migranti lasciano l’imbarcazione con la scusa che sono malati

È stato difficile raggiungere la Open Arms con la montagna di provviste. "Tutti i 105 ora sono in salvo sulla Ocean Viking, dove il totale ora è 356". "Tutto questo deve finire e può finire se lo facciamo finire noi" dice Richard Gere, con una lucidità da far invidia a qualsiasi politico. "Ma non hanno nulla da fare questi radical chic?". "A bordo c'è un equilibrio precario", ha ribadito Riccardo Gatti, presidente Open Arms Italia.

"Stiamo considerando di presentare un esposto alle procure di Roma ed Agrigento, nell'attesa di valutare se ci siano gli estremi di reato". "Non è la prima volta che vengo a Lampedusa, ho già visitato l'hotspot tre anni fa e ho conosciuto le sofferenze di coloro che chiamano migranti, ma che sono dei rifugiati". Inoltre alcuni internauti si chiedono come sia possibile che i due migranti a lato dell'attore abbiano lo stesso taglio di capelli. "Generazione di politici pensano a dividere le persone. È una cosa assurda".

"Richard Gere a bordo di Open Arms in cerca di visibilità". Molte di queste persone hanno viaggiato sulle barche, sono state riportate in Libia, torturate e poi di nuovo si sono messi in cammino. "A differenza di quello che dicono i politici, i governi e qualche giornale, la maggior parte dei migranti sono cristiani", ha aggiunto l'attore.

"Hanno tutti - prosegue il racconto dell'attore - toccato il mio cuore". Abbiamo a bordo 151 persone con bambini piccoli. "Inizialmente le condizioni della barca erano stabili e abbiamo avvisato le autorità maltesi che ci hanno detto di rimanere in standby perché avrebbero mandato una loro motovedetta - ha affermato - Poco dopo l'imbarcazione ha iniziato a imbarcare acqua e quindi abbiamo fatto salire le persone e aspettato le istruzioni di Malta".

More news: Milan, il PSG ci prova ancora per Donnarumma

Indossa la maglietta grigia di Open Arms e ne va' fiero. "E' inammissibile. Questo ha generato un serio problema di sicurezza a bordo".

"Ora aspettiamo un porto sicuro dove sbarcare", annunciano. Alla barca questa mattina è stato notificato il divieto d'ingresso nelle acque territoriali italiane. Non sono italiano e sono restio a parlarne.

""La mia vita è cambiata per sempre" continua, sono salita a bordo di questa nave cinque anni fa' come volontaria, da allora ho capito qual è la vita reale, queste cose non te le insegnano a scuola".

Come questo: