Pubblicato: Gio, Luglio 18, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Cos’è e come funziona FaceApp, l’app che invecchia con l’IA

Cos’è e come funziona FaceApp, l’app che invecchia con l’IA

Per testare questa simpatica opzione basterà scattarsi un selfie, o utilizzarne uno precedente, scegliere il menù Età e infine selezionare Anziano. Presente una versione gratuita che permette di utilizzare solo alcuni filtri limitati anche se i risultati sono davvero stupefacenti: è possibile modificare l'espressione della bocca, il colore dei capelli, cambiare genere sessuale ma anche tornare indietro nel tempo e "ringiovanire" oltre che invecchiare.

Ma se né una nuova ondata di luddismo né un comitato di saggi possono esserci d'aiuto, significa che non c'è via d'uscita, e bisogna prepararsi alla famosa notte in cui tutte le vacche sono nere, e vivere in un mondo in cui la nozione stessa di verità, così come quella di realtà, saranno completamente stravolte. Grazie alla nuova tendenza l'applicazione è diventata famosissima e si è trasformata in un vero e proprio trend virale, in questi anni diventato un obiettivo ricercatissimo da molte aziende che si occupano di app simili. Da che sembrava una moda tra i VIP, ormai la sfida è aperta a colpi di selfie ritoccati, con le immagini di volti invecchiati ad hoc fatti dai diretti interessati o dai loro fan. Il risultato sarà sorprendente, infatti il proprio volto pur mantenendo gli aspetti caratteristici si arricchirà di qualche ruga in più, mentre barba e capelli diventeranno bianchi. Si chiama Hotness e prometteva di rendere più sensuale il nostro aspetto nelle foto. L'algoritmo, però, basava l'idea di bellezza su un aspetto caucasico, quindi con la pelle bianca.

In pratica, se una persona di colore provava a usare questo filtro, il risultato che otteneva era uno schiarimento della sua carnagione. Il proprietario di FaceApp si è scusato e ha risolto il problema.

More news: La fidanzata di Malcuit: "Napoletani razzisti con me"

La tecnologia alla base di questa applicazione è meno banale di quello che può sembrare.

È ritornata in voga l'app FaceApp, che permette di ritoccare le foto grazie all'intelligenza artificiale.

Ogni volta che un viso viene processato, l'immagine potrebbe essere conservata dai server della società. In quell'occasione, il Ceo e fondatore di FaceApp Yaroslav Goncharov si scusò parlando di un "effetto collaterale" delle reti neurali alla base del sistema di Intelligenza Artificiale.

Come questo: