Pubblicato: Gio, Luglio 18, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Addio a Camilleri, grande intellettuale e papà di Montalbano

Addio a Camilleri, grande intellettuale e papà di Montalbano

Ma il problema non è che il post è sbagliato "in sé", anzi Salvini ha fatto bene a ricordare Camilleri "papà di Montalbano e narratore instancabile della sua Sicilia".

Il giovane Camilleri ammetteva un rapporto difficile con lo sport come spiegava alla Gazzetta dello Sport, idea stravolta nel tempo accostando lui stesso ad un atleta: "Io scrivo tutti i giorni, come un pianista si esercita a suonare sulla tastiera, come un atleta si allena tutti i giorni in palestra". Se Salvini avesse voluto avrebbe potuto chiedere rispetto ai suoi per il grande italiano Camilleri che ricorda oggi.

Addio Andrea Camilleri, poeta ironico, autore, scrittore, Maestro, signore siciliano spiritoso e colto. "Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio", si legge nella nota. Camilleri era stato attaccato a un macchinario per respirare e le sue condizioni erano apparse da subito critiche. Lo scrittore prosegue gli studi al Liceo Classico Empedocle di Agrigento, dove ottiene la maturità. Da allora non si era più ripreso e le sue condizioni sono andare via via peggiorando, la sua fervida mente danneggiata in modo irreversibile.

Non sono mancati i messaggi di cordoglio da parte dei vip. Regista, autore teatrale e televisivo, ha scritto saggi sullo spettacolo. È sposato, ha tre figlie, quattro nipoti e una bisnipote. Dopo alcuni anni di pausa segnati da alcuni insuccessi, Camilleri torna a scrivere, segnando la svolta del suo successo.

More news: GB, incidente con monopattino: muore la youtuber Emily Hartridge

La sua carriera da scrittore iniziò infatti in sordina, con la pubblicazione de ll corso delle cose nel 1978 e continuò in tutti questi anni alternando ai romanzi storici, tra cui il formidabile Birraio di Preston, i gialli di Montalbano.

'Il commissario Montalbano' è coprodotto anche dalla televisione pubblica svedese Sveriges Television (SVT): la serie è una produzione internazionale tradotta in oltre 15 lingue e trasmessa in più di 20 Paesi al mondo. E in proposito aveva poi dichiarato: "Ho scritto la fine dieci anni fa. ho trovato la soluzione che mi piaceva e l'ho scritta di getto, non si sa mai se poi arriva l'Alzheimer".

Negli anni successivi pubblicò, sempre con Sellerio, altri romanzi: nel 2004 La pazienza del ragno, nel giugno 2005 La luna di carta: tutti con protagonista Salvo Montalbano. Sembrerebbe che nel 2006 lo scrittore abbia consegnato all'editore Sellerio l'ultimo libro che conclude la storia di Montalbano, chiedendo che questo venisse pubblicato dopo la sua morte.

IN TV UN BOOM DA 1,2 MILIARDI DI SPETTATORI - La serie evento Il commissario Montalbano è stata vista complessivamente da circa 1,2 miliardi di telespettatori. Il premio letterario Cesare Pavese e il premio Campiello sono i due riconoscimenti artistici più prestigiosi, mentre nel 2003 ha ottenuto il titolo di Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

Come questo: