Pubblicato: Ven, Luglio 12, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Creta, scienziata Usa trovata morta in un bunker della seconda guerra mondiale

Creta, scienziata Usa trovata morta in un bunker della seconda guerra mondiale

Un giallo internazionale che si era aperto il 2 luglio scorso, quando della 59enne si erano perse le tracce facendo scattare le ricerche. Il corpo della scienziata americana Suzanne Eaton è stata trovato in un bunker della Seconda guerra mondiale sull'isola greca. La scienziata lavorava per la società tedesca Max Planck a Dresda e aveva partecipato a una conferenza a Creta. A confermarlo è la polizia alla Bbc. Immediata, era stata lanciata una vasta operazione di ricerca nella speranza di ritrovarla. Secondo gli investigatori si tratterebbe di omicidio e si sta scavando nelle giornate precedenti al suo arrivo a Creta e nei suoi spostamenti nell'isola stessa. La morte sarebbe causata da soffocamento. Il corpo della donna è stato trovato da due persone del luogo che stavano esplorando il bunker, un sistema di cunicoli creati dai nazisti durante l'occupazione di Creta.

More news: Il report (segreto) su Trump dell’ambasciatore inglese a Washington: "Inetto e incapace "

La polizia della città di Chania ha riferito che la donna è stata rinvenuta senza vita all'interno di un bunker abbandonato a circa 10 km di distanza da dove è stata avvistata l'ultima volta.

Come questo: