Pubblicato: Ven, Luglio 12, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Autonomia: strappo tra M5s e Lega

Autonomia: strappo tra M5s e Lega

Sono le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano giunto questa mattina a Taranto, al molo Sant'Eligio, su invito di Amedeo Zaccaria che ha organizzato un presidio a seguito del gravissimo incidente avvenuto ieri nell'ex Ilva - Arcelor Mittal. Siamo stanchi del Movimento 5 Stelle che rappresenta la più grande forma di parassitismo italiana. Sia chiara una cosa: l'Italia è un Paese autonomo e chi si candida a rappresentarla deve fare l'interesse dell'Italia, non di altri Paesi.

Immediata è giunta la replica della Lega. "Di autonomie - afferma Stefani - se ne deve parlare subito: che venga detto quel che vogliono o non vogliono fare. Certo, se ogni giorno c'è un sottosegretario del Movimento 5 Stelle che si alza e la "spara", diventa impegnativo". Secondo quanto riferito dagli esponenti grillini, l'incontro è stato interrotto perchè la Lega ha introdotto nella discussione le gabbie salariali, cioè stipendi più alti al nord rispetto al sud. "Per il M5S è totalmente inaccettabile", lasciano trapelare i Cinquestelle. Una simile proposta" spiegano i penta stellati "spaccherebbe il Paese e la consideriamo discriminatoria e razzista. Impedirebbe ai giovani di emanciparsi, alla famiglie di mandare i figli a studiare in altre università. E' l'accusa da parte di fonti pentastellate. "Il decreto fiscale dell'anno scorso ha avuto dei risultati assolutamente ottimi, con 38 miliardi di cartelle lavorate, 21 miliardi di incassi previsti e 1 milione e 700mila contribuenti che hanno aderito alla pace fiscale", ha aggiunto Bitonci, confermando che per questo motivo "stiamo scrivendo la pace fiscale 2". Così il vicepremier Di Maio in una intervista pubblicata oggi da La Gazzetta Del Mezzogiorno, quotidiano di Bari. "Se pensa che sono così brutto e cattivo, fossi in lui mi dimetterei e farei altro, ci sono delle Ong che lo aspettano", ha concluso in Conferenza stampa. Io non abbandono nessuno. Siamo stati eletti per tutelare tutti i citatdini: "da Nord a Sud".

Per il vicepremier Luigi Di Maio lo stop è da imputare alla "regionalizzazione della scuola". Un nodo da sciogliere e' proprio quello dell'istruzione.

More news: Previsioni 8-11 luglio: tornano fresco e temporali!

Il sottosegretario con delega alle Pari Opportunità Vincenzo Spadafora ha citato il Ministro dell'Interno come esponente politico che insulta le donne. Non possiamo permettere di creare scuole di serie A e scuole di serie B.

Un paio di ore dopo arriva la risposta del sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon, in quota Lega: "Abbiamo buttato giù alcune idee ma l'accordo ci sarà solo se l'operazione sarà a costo zero per le imprese".

Come questo: