Pubblicato: Sab, Luglio 06, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Rottamazione e saldo e stralcio: riaperti i termini

Rottamazione e saldo e stralcio: riaperti i termini

L'Agenzia delle Entrate-Riscossione ha pubblicato sul proprio sito i nuovi moduli per aderire alla "rottamazione ter" e al "saldo e stralcio" delle cartelle.

Dopo quest'ultima scadenza, le richieste di adesione dovranno attendere una risposta da Agenzia delle Entrate-Riscossioni in merito all'accoglimento delle domande e all'ammontare del debito da saldare.

I nuovi modelli per far pace con il fisco sono disponibili agli sportelli e sul portale www.agenziariscossione.gov.it, dove è possibile richiedere anche il prospetto informativo con l'elenco delle cartelle rottamabili e consultare le guide informative. Considerando inoltre che ciascun contribuente continua ad avere la possibilità di presentare più di una richiesta e che le istanze pervenute finora sono riferibili ad una platea di circa 1,5 milioni di contribuenti, è presumibile che si arrivi tranquillamente a 2 milioni di domande.

Tramite PEC agli indirizzi presenti sempre sul sito dell'Agenzia del modulo opportunamente compilato insieme alla copia di un documento di riconoscimento valido, diversi per sede competente regionale.

Agenzia delle entrate-Riscossione invierà agli interessati, entro il 31 ottobre 2019, una "Comunicazione" contenente il piano per il pagamento dell'importo dovuto, unitamente ai bollettini per il pagamento.

More news: Serie B | La Covisoc boccia il Palermo. Ammessi invece Trapani e Chievo

I contribuenti che hanno già aderito alla rottamazione-ter, potranno integrare la dichiarazione presentata entro la stessa data del 31 luglio 2019.

16% delle somme dovute con ISEE fino a 8.500 euro. Le altre 16 rate, tutte aventi medesimo importo, dovranno essere pagate ogni tre mesi a partire dal 2020. Anche per il "saldo e stralcio" la riapertura riguarda i debiti non ricompresi in una domanda di adesione a provvedimenti di definizione agevolata presentata entro lo scorso 30 aprile. La prima rata è pari al 20% delle somme complessivamente dovute e scade il 30 novembre 2019.

I requisiti sono quelli previsti dalla Legge di Bilancio 2019 (L. n. 145/2018): Il "saldo e stralcio" è riservato alle persone fisiche in situazione di grave e comprovata difficoltà economica e consente di pagare in forma ridotta i debiti affidati alla riscossione dal 2000 al 2017, derivanti esclusivamente dall'omesso versamento delle imposte dovute in autoliquidazione in base alle dichiarazioni annuali e dei contributi previdenziali spettanti alle casse professionali o alle gestioni previdenziali dei lavoratori autonomi Inps.

L'agevolazione consiste nella possibilità di estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle di pagamento versando le somme dovute senza pagare le sanzioni e gli interessi di mora.

Come questo: