Pubblicato: Sab, Luglio 06, 2019
Medicina | Di Gottardo Magnano

Concorsi scuola, Bussetti conferma: primaria in estate, secondaria slitta a fine anno

Concorsi scuola, Bussetti conferma: primaria in estate, secondaria slitta a fine anno

Siamo convinti sia doveroso nei confronti dei nostri ragazzi.

Basti pensare che solo nella scuola secondaria di primo grado le cattedre in organico di diritto, ovvero quelle che vengono coperte annualmente con contratti precari fino al 31 di agosto e che possono essere assegnate a tempo indeterminato, sono 120. Nel dettaglio, in autunno verrà bandito un concorso straordinario e abilitante, da oltre 24mila posti, riservato a chi ha già maturato tre anni di insegnamento nella scuola statale, di cui uno specifico nella classe di concorso per cui si intende concorrere. Nello specifico, "per il prossimo anno stimiamo altre 15mila cattedre deserte". Per ora si attende l'autorizzazione del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

In merito invece al fatto che, spesso e volentieri, gli studenti diversamente abili manchino del sostegno di cui necessitano da parte del personale specializzato Bussetti ha affermato che in tre anni l'intenzione è quella di specializzare 40.000 nuovi docenti per assicurare questo tipo di servizio. "C'è una trattativa in corso con i sindacati". "È sempre più probabile che i contratti stipulati con scadenza al 30 giugno e al 31 agosto del 2020 saranno stavolta tra i 150 mila e i 200 mila".

More news: Napoli, De Laurentiis: "Manolas-James Rodriguez? La situazione"

L'assegnazione del 50% dei posti avverrà attraverso lo scorrimento delle graduatorie dei concorsi per esami e titoli, mentre per il restante 50% i criteri prevedono di attingere i nominativi dei neoassunti per il 25% dalle graduatorie provinciali per titoli e per il restante 25% dalle graduatorie del recente concorso straordinario per titoli. "C'è una legge che vorrebbe limitare gli insegnanti di ruolo sul sostegno solo nel 70% dei posti abilitati", dice Pacifico. Abbiamo anticipato di un mese la mobilità degli insegnanti. "E quasi il 45% dei posti che vengono dati in sostegno vengono messi nell'organico di fatto, cioè l'organico eccezionale".

Vogliamo, tuttavia, ricordare che la scuola e la salute sono due diritti sanciti dalla Costituzione italiana e non dovrebbero mai essere toccati quando si affronta il problema del taglio delle risorse pubbliche, perché questi due settori della P. A. rappresentano la "spina dorsale" di una Nazione e il fulcro per garantire il futuro alle giovani generazioni.

Come questo: