Pubblicato: Sab, Luglio 06, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Carola Rackete querela Salvini. La replica: "Non la temo"

Carola Rackete querela Salvini. La replica:

Poi alle otto di sera il verdetto della gip di Agrigento Alessandra Vella.

La giudice ha accolto in pieno anche la ricostruzione di carola Rackete secondo cui con la sua manovra in porto non aveva alcuna intenzione di colpire la motovedetta della Finanza. E un coro di dissenso al suo post si è alzato, ma non in difesa di Di Maio (ammesso che la Manzo potesse avercela anche con lui: ovviamente lei non lo cita), ma in appoggio a Salvini e al sentimento sempre più imperante sui social nei confronti dei migranti.

DECRETI SICUREZZA - "Ritiene questo giudice che nessuna idoneità a comprimere gli obblighi gravanti sul capitano della Sea Watch 3, oltre che delle autorità nazionali, potevano rivestire le direttive ministeriali in materia di 'porti chiusi' o il provvedimento del ministro degli Interni di concerto con il ministero della Difesa e delle Infrastrutture che faceva divieto di ingresso, transito e sosta alla nave, nel mare nazionale, trattandosi peraltro solo di divieto sanzionato da sanzione amministrativa".

Tornerà nella sua Germania dove non sarebbero così tolleranti con una italiana che dovesse attentare alla vita di poliziotti tedeschi. "Trattare come nemico principale una barca che ha salvato 50 naufraghi che si avvicina alle nostre coste è davvero ridicolo".

"Il provvedimento del gip di Agrigento ripristina il primato del diritto rispetto a quello della forza".

More news: Napoli, De Laurentiis: "Manolas-James Rodriguez? La situazione"

Ma dopo l'esclusione della Sea Watch, su richiesta di Lega e Fratelli d'Italia, hanno deciso di disertare tutte le ong convocate, le quali, invece, hanno organizzato una audizione pubblica nella sede della Stampa Estera. Per questo bisognerà attenderà il 9 luglio prossimo, giorno in cui la comandante sarà ascoltata da pm, per rispondere alle accuse di favoreggiamento di immigrazione clandestina. "Serve una soluzione politica in modo che situazioni del genere non tornino a ripetersi", ha detto il portavoce Ruben Neugebauren.

Niente decreto di espulsione per la capitana della Sea Watch 3 Carola Rackete. "Sono commossa dalla solidarietà espressa da così tante persone".

Furente il Ministro dell'Interno Matteo Salvini, primo oppositore della Rackete e della sua operazione. A chi gli ha ricordato che Rackete si è offesa per essere stata chiamata "comunista viziatella", ha risposto: "Si è offesa di più per comunista o viziatella?" Che in ogni caso è ritenuto Lampedusa. Parigi non intende dunque chiederne "la liberazione". Metz, ha dichiarato che la scarcerazione della Rackete e quindi l'ordinanza del Gip è un atto che restituisce all'Italia la dignità perduta da quello che sta facendo il governo sulla questione migratoria.

Salvini, ignora il giudizio unanime sull'insicurezza dei porti in Libia e Tunisia e ordina alla Alex di sbarcare i migranti in un porto tunisino, avverte che i porti italiani sono chiusi e mente perché sono centinaia i profughi che approdano a Lampedusa e non solo.

Come questo: