Pubblicato: Gio, Luglio 04, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Lavoro, Italia mai così bene dal 1977: "anti-austerity comincia a dare frutti"

Lavoro, Italia mai così bene dal 1977:

A rivelarlo l'ultimo rapporto dell'Istat, che rivela come a maggio il dato riferito alla disoccupazione si attesti al 9,9%, il più basso dal febbraio 2012. Il tasso di disoccupazione è calato per entrambe le componenti (-0,5 punti quello maschile e -0,9 punti quello femminile). In rialzo anche l'occupazione su base annua (+92mila), anche in questo caso soprattutto tra gli over 50. Il numero degli occupati ha così raggiunto 23 milioni e 387 mila unità. Lo stesso succede nella fascia di mezzo 35-49 anni:tasso di occupazione -0,1% e inattivi a +0,1%:. È quanto emerso dalle ultime rilevazioni Istat su occupati e disoccupati relative al mese di maggio e contenute nel rapporto pubblicato stamattina. Anche da Confindustria notizie poco positive sul lato economico italiano: si profila un "andamento negativo per la produzione industriale, attesa in calo di 0,7%, nonostante un modesto recupero in maggio-giugno". A maggio aumentano sia i dipendenti permanenti che quelli a termine, con una crescita maggiore per quelli a tempo indeterminato: sia in termini congiunturali che tendenziali. E' possibile che si sia protratto almeno fino a maggio il trend di debole crescita osservato nel primo trimestre delle ore complessivamente lavorate nel sistema produttivo (+1,5% su base annua) che in termini di ore per occupato e per unità standard di lavoro scende rispettivamente a 0,9% e 0,5%. Al momento non si vede da parte dei gialloverdi una vera proposta di politica industriale, necessaria per risollevare il Paese da una fase di sostanziale stagnazione, che perdura ormai da più di otto anni, nella quale il Pil si scosta in media soltanto di 3-4 punti decimali sopra lo zero.

A maggio - commenta l'Istat - l'occupazione è in crescita dopo la sostanziale stabilità del mese precedente.

More news: Francesca De Andrè in lacrime per Gennaro Lillio: cosa è successo?

A ciò segue, nel trimestre, un ampio calo delle persone in cerca di occupazione (-3,7%, pari a -100 mila) e degli inattivi tra i 15 e i 64 anni (-0,3%, -37 mila). I dipendenti superano per la prima volta il livello di 18 milioni di unità. Sapete cosa dicono i dati istat di questa mattina? Se gli è rimasto un briciolo di dignità oggi dovrebbero fare solo una cosa: chiedere scusa, in primis ai cittadini.

Come questo: