Pubblicato: Mar, Giugno 11, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Ballottaggi Comunali 2019, le reazioni da Salvini a Di Maio

Ballottaggi Comunali 2019, le reazioni da Salvini a Di Maio

Nota metodologica: i flussi vengono calcolati a partire dai dati per sezione del primo e del secondo turno, eliminando le sezioni con meno di 100 votanti e quelle ospedaliere. L'ex candidato alla Presidenza della Regione Emilia-Romagna nel 2014, che il 26 maggio aveva raccolto il 48,4% dei voti validi, è infatti riuscito ad affermarsi sul candidato del centrosinistra Aldo Modonesi, che al primo turno si era fermato al 31,8% e al ballottaggio ha raccolto il 43,2%. Il calo è di circa sedici punti percentuale, un astensionismo che in alcuni casi ha influito sui risultati. E strappa al centrodestra Rovigo. La lotta era tutta nel centrosinistra ad Avellino e a trionfare è stato il candidato Gianluca Festa, dissidente del Partito Democratico a discapito di Luca Cipriano facente parte proprio del Partito Democratico. Mentre al centrodestra vanno i comuni di Foggia, Ascoli Piceno, Biella, Vercelli.

A Potenza vittoria di Mario Guarente del Centro/Destra per una manciata di voti su Valerio Tramutoli di Basilicata possibile. Complessivamente, il dato è dolfdel 52,11% contro il 68,18% del primo turno (quando però si votava anche per le Europee). E' lo stesso destino di Forlì, che dopo un lungo dominio della sinistra vede trionfare Gian Luca Zattini del centrodestra, mentre a Reggio Emilia vince il candidato di centrosinistra Luca Vecchi. Da nord a sud molte città sono state vinte dal centrodestra, segno di una coalizione molto viva e in grado di vincere le elezioni.

More news: ESCLUSIVA | Tare-Lazio, il matrimonio continua: respinto l'assalto del Milan

I supporter di Salvini lo hanno quindi allontanato in malo modo, con schiaffi e spinte, e poi il ragazzo è stato scortato fuori dalla piazza dalla polizia.

Salvini dal palco ha commentato la contestazione dicendo: "Lasciatelo da solo poveretto, è un comunista, noi se non c'è un comunista non ci divertiamo".

Come questo: