Pubblicato: Dom, Giugno 09, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Marco Carta si difende dall’accusa di taccheggio

Marco Carta si difende dall’accusa di taccheggio

Ma le sei magliette della Rinascente di Milano sono forse state rubate da un fantasma? È stata la mia amica ad essere fermata. Non mi sono accorto che avevamo con noi degli articoli non pagati. Il cantante, vincitore di Amici di Maria De Filippi nel 2008 e del Festival di Sanremo nel 2009, ha sempre professato la sua innocenza, accusando la donna che era con lui di aver trafugato le magliette a sua insaputa. In seguito ha preso quindi la decisione di partecipare al suo programma Live Non è la D'Urso per raccontarsi. Così si è dunque espressa la presentatrice, precisando tuttavia che nei prossimi giorni cercherà di capire meglio gli sviluppi dell'incredibile storia. "A lei ho chiesto le motivazioni quando c'hanno messo in una stanza ma non mi ha detto nulla". Lo scorso 31 maggio è stato infatti arrestato per furto aggravato. "Lì mi sono sentito come un animale in gabbia". Stando al racconto di Carta l'incubo è durato fino alle 5 del mattino di sabato quando poi è potuto tornare a casa. Più precisamente a Mykonos dove è stato "paparazzato" dal settimanale "Chi". "I poliziotti sono tornati a prendermi alle 8", ha spiegato. Ecco che arriva la verità dell'addetto alla sicurezza della Rinascente.

Secondo quanto ha dichiarato Costantino Loiacono, avvocato difensore del cantante, Marco Carta rischia la reclusione fino a 6 anni e la condanna al pagamento di una multa salata. Poi ho visto che toglievano delle magliette dalla borsa della mia amica: ero sconcertato, allibito, per me non era possibile. In questi giorni sono arrivate anche le testimonianze dei vigilanti in borghese che sostenevano che Marco avesse tolto l'antitacheggio con un cacciavite chiuso in un bagno. Si vedeva che ero scioccato, ero fuori di me, non perché facessi chissà cosa ma perché fissavo il vuoto. Per la verità c'è tempo.

More news: Vettel si conferma: "Ritirarmi? No, ho ancora da fare in Ferrari"

Intanto Marco Carta vuole solo pensare a fare il suo mestiere.

Sono Anna, attualmente iscritta al Dams, amo molto leggere, ascoltare buona musica e ragionare sui pensieri filosofici, di tanto in tanto sono alla ricerca di notizie sul mondo dello spettacolo.

Come questo: