Pubblicato: Sab, Giugno 08, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Michelin presenta Uptis, la gomma senza aria e antiforatura

Michelin presenta Uptis, la gomma senza aria e antiforatura

Presentato nel corso del Movin'on, l'evento annuale di Michelin sulla mobilità sostenibile in corso a Montreal, questo pneumatico presenta tra la ruota interna e il battistrada esterno una serie di raggi realizzati in una combinazione di gomma e resina rinforzata con fibra di vetro, che vanno sostanzialmente a ricoprire la funzione di ammortizzamento normalmente svolta dalla pressione dell'aria.

"Il prototipo Uptis dimostra la capacità di innovazione di Michelin - sia nella padronanza di questi materiali high-tech, sia nell'approccio allo sviluppo in stretta collaborazione con GM" ha detto Eric Vinesse, vice presidente esecutivo, ricerca e sviluppo del gruppo Michelin durante il lancio di Uptis al Summit di Movin'On.

Le prove saranno fatte su una flotta di auto Bolt EV in Michigan, USA, con obiettivo di equipaggiare le auto a partire dal 2024.

More news: Ballando con le Stelle: ecco chi sono i vincitori del programma

Procede così il filone Michelin secondo quel concept Vision di quattro pilastri: "Airless", "Connected", "3D Printable" e "100% Sustainable". "Uptis è la soluzione ideale per spingere l'industria automobilistica verso il futuro e illustra perfettamente in che modo i nostri clienti traggono vantaggio dalle innovazioni sviluppate con i nostri partner".

Il prototipo Uptis è riprogettato per i veicoli di oggi ed è anche adatto per le nuove forme di mobilità.

Uptis presenta miglioramenti all'avanguardia nell'architettura e nell'utilizzo di materiali compositi, che consentono al prototipo di sostenere il peso della vettura alle velocità di marcia. I veicoli e le flotte di domani - autonomi, elettrici, condivisi o di altre tipologie -equipaggiati con Uptis non necessiteranno di alcuna manutenzione relativa ai pneumatici, ottimizzando così la loro produttività. Ciò significa - lo ha ribadito Michelin - che Uptis offre un potenziale significativo per ridurre l'uso di materie prime e rifiuti, e che è quindi in grado di contribuire al progetto di GM per un mondo con zero incidenti, zero emissioni e zero stress.

Come questo: