Pubblicato: Mer, Giugno 05, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Olanda, stuprata quando era bambina: 17enne sceglie l'eutanasia

Olanda, stuprata quando era bambina: 17enne sceglie l'eutanasia

Una ragazza olandese di 17 anni, Noa Pothoven, ha chiesto e ottenuto dopo una lunga battaglia l'eutanasia, dopo anni di sofferenze psichiche seguite ad una violenza sessuale subita da bambina. La giovane è morta domenica scorsa, in casa, con l'assistenza medica fornita da una clinica specializzata.

Lo stupro da piccola l'aveva segnata: da adolescente ha sofferto di disordine da stress post-traumatico, depressione e anoressia.

More news: Chelsea, Sarri abbandona l'allenamento: ecco perché

Nel suo ultimo post pubblicato su Instagram Noa Pothoven aveva scritto: "Amore è lasciare andare, in questo caso", e aveva lanciato un appello ai suoi follower in cui chiedeva loro di non cercare di farle cambiare idea sulla sua decisione di morire. La 17enne aveva spiegato che "forse sarà una sorpresa per alcuni, visti i miei post sul ricovero, ma il piano è nella mia testa da tanto tempo e non è una scelta impulsiva". Vado dritta al punto: tra pochi giorni morirò. L'aveva scritto per aiutare altri giovani in condizioni di vulnerabilità in un Paese che non ha istituti specializzati o cliniche dove recarsi per ricevere sostegno psicologico. Poi ha iniziato una lunga battaglia per avere l'eutanasia. La questione interroga le coscienze di molti esperti ed addetti ai lavori, anche di alcuni inizialmente favorevoli all'eutanasia. Medico bioeticista e membro del comitato etico di supervisione sull'applicazione della legge sull'eutanasia, si è dimessa dal suo incarico nel gennaio scorso ritenendo che si sia superato il limite. Solo nel 2017, in Olanda sono state 6585 le persone che hanno deciso di porre fine alla propria vita, andando a costituire il 4,4% delle morti totali in Olanda. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Forse la riflessione di Theo Boer sulla cultura di morte che si è diffusa non è poi così peregrina. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Come questo: