Pubblicato: Mar, Mag 21, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Google rompe con Huawei, stop ad aggiornamenti di Android

Google rompe con Huawei, stop ad aggiornamenti di Android

I rappresentanti dell'azienda cinese Huawei hanno commentato la decisione della Google corporation di interrompere la loro collaborazione. Ma certo a Shenzen il colpo è stato accusato.

Nessuna risposta da Huawei, che continuerà ad avere accesso alla versione del sistema operativo di Google disponibile tramite la licenza open source gratuita per chiunque desideri utilizzarla.

La "soffiata" arriva da Reuters ed è stata confermata anche da The Verge, un noto sito di tecnologia.

I motivi di questo duro dietrofront di Google, dunque, sono da ricercarsi nell'applicazione dell'ordine della Casa Bianca, preoccupata per la possibile compromissione della sicurezza nazionale.

More news: Caressa: "Allegri potrebbe fermarsi un anno. E se fosse De Zerbi?"

Il numero due nel settore degli smartphone è infatti accusato di essere al servizio del governo cinese, con l'ipotesi di spiare le persone e controllare un'immane quantità di dati attraverso i suoi dispositivi tecnologici oggi diffusi nel mondo in modo capillare.

I rappresentanti di Huawei hanno sottolineato che l'azienda continuerà a lavorare a beneficio degli utenti di tutto il mondo.

A seguito del ban imposto dal presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump, Google ha dovuto sospendere ogni attività commerciale con Huawei con effetto immediato. Mentre tutti i principali costruttori registrano vendite stagnanti o in forte calo, Huawei è uno dei pochi grandi a registrare tassi di crescita a doppia cifra che le hanno permesso di superare Apple già diversi mesi fa e più recentemente di avvicinarsi al primo costruttore Samsung. Al momento Huawei deve ancora commentare la notizia, aggiorneremo l'articolo non appena ci saranno novità. Si deve però sottolineare quanto la versione open source di Android sia sicuramente più debole a livello di sicurezza e lenta a ricevere determinati update e non potrebbe essere esagerata la possibilità che venga presentato un sistema/interfaccia proprietario (già ipotizzato da tempo) come alternativa.

Un portavoce di Google ha fatto sapere che per chi ha già un dispositivo con Android cambierà poco: si potranno continuare a scaricare i nuovi aggiornamenti forniti da Big G, anche se questi potrebbero arrivare con un po' di ritardo. "Continueremo a costruire un ecosistema software sicuro e sostenibile, al fine di fornire la migliore esperienza per tutti gli utenti a livello globale", ha concluso il colosso cinese.

Come questo: