Pubblicato: Ven, Mag 17, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Erik, giovane italiano trovato morto in un cassonetto a Londra: è giallo


Lo riporta una nota di Scotland Yard diffusa via Twitter che conferma l'identificazione della vittima come Erik Sanfilippo, 23 anni, precisando che gli accertamenti finora non hanno dato "risultati conclusivi": né nel senso di un omicidio o di una morte violenta, né in quello di un fatto accidentale.

"Per ora le cause del decesso non sono chiare e sono in corso indagini condotte dal comando Nord della polizia metropolitana", ha spiegato un portavoce della polizia, aggiungendo che "è stata fatta un'autopsia che non ha portato ad alcun risultato", sebbene la stampa avesse inizialmente parlato di una ferita alla testa, notizia poi smentita. Da quanto è emerso il giovane toscano è stato identificato, anche la Farnesina si è attivata sul caso ed è previsto che la famiglia - a cui è stato comunicato tutto in questi giorni - parta per Londra già nelle prossime ore. Ulteriori esami sono già disposti dagli inquirenti. I carabinieri di San Romano hanno dovuto informare la famiglia, residente in zona Musciano.

More news: Nedved: "Allegri resta alla Juventus? Chi vivrà vedrà..."

Sulla sua morte si agitano tuttora numerosi sospetti e nessuna pista è esclusa: il giovane Sanfilippo potrebbe essere morto tanto per cause naturali ma non è escluso al tempo stesso che il 23enne sia stato ucciso.

Originario di Marti, frazione del comune di Montopoli Valdarno, Erik si era trasferito a Londra un anno fa. Insieme a lei, a Londra è giunto l'ex marito, padre del giovane. "Era contento e stava bene", dicono alcuni amici. La polizia cerca testimoni che possano ricostruire la vicenda, ancora non alla squadra omicidi, e starebbe passando al setaccio la casa derelitta davanti alla quale è stato rinvenuto il corpo, a pochi passi dallo stadio dell'Arsenal.

Come questo: