Pubblicato: Sab, Mag 11, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Gucci chiude l'accordo con il Fisco italiano: pagherà 1,25 miliardi

Gucci chiude l'accordo con il Fisco italiano: pagherà 1,25 miliardi

Il 9 maggio il gruppo del lusso francese Kering, che possiede Gucci, si è accordato con l'Agenzia delle entrate italiana, alla quale pagherà 1,25 miliardi di euro. Le contestazioni erano mosse in particolare alla controllata svizzera Luxury Goods International (Lgi). Si tratta dell'assegno più alto mai pagato al fisco italiano nell'ottica di una conciliazione fiscale mai raggiunta con una società. "La definizione comporterà il pagamento di una maggiore imposta pari a 897 milioni di euro", spiega la società, "oltre a sanzioni e interessi per un totale pari a 1,25 miliardi di euro".

Per quanto riguarda l'impatto finanziario, Kering si aspetta (è una stima iniziale) un impatto sul consolidato del 2019 per circa 600 milioni di euro di imposte addizionali sul conto economico e di circa 1.250 milioni di euro di flusso di cassa negativo sul rendiconto finanziario.

More news: Rita Dalla Chiesa critica Lilli Gruber mentre intervista Matteo Salvini

Sulla vicenda è stata aperta (e chiusa alla fine di novembre) un'inchiesta della Procura di Milano. Tuttavia, la Maison toscana rappresenta di sicuro il suo "campione", tanto che nel 2018 valeva oltre 8,28 miliardi di euro dei 13,6 miliardi che costituiscono il giro d'affari complessivo di Kering. Viene riconosciuta attraverso l'accordo "l'esistenza di una stabile organizzazione in Italia nel periodo 2011-2017".

Come questo: