Pubblicato: Mar, Aprile 23, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Terremoto alle Filippine, panico nella capitale Manila


Lo riporta l'Istituto geofisico americano (Usgs). È salito ad almeno 8 morti il bilancio dei morti, ancora provvisorio.

L'oscillazione dei grattacieli è stata così marcata che dalle piscine delle suite dei piani più alti si sono svuotate letteralmente: l'acqua si è riversata sui fianchi dei grattacieli come vere e proprie cascate ad ogni ondulazione della struttura: impressionante il video diffuso sui social network.

More news: Cruciani: "Io sto con Allegri. Non festeggiare lo scudetto è sbagliato"

La potente scossa di terremoto di magnitudo 6,3 che oggi ha colpito le Filippine ha causato il crollo di almeno due edifici uccidendo 5 persone.

Tra le vittime identificate ci sono una ragazza e una donna anziana travolte da un muro a Lubao, nella provincia di Pampanga, a nord di Manila, fortemente colpita dalla scossa. Calata la notte, i soccorsi continuano, ma il lavoro è difficile anche perchè manca la corrente elettrica e si cerca un generatore per poter entrare fra le macerie. "I soccorritori ci dicono che si sente gente gridare, che implora di essere salvata". A Manila, la capitale filippina, due palazzi sono caduti provocando cinque vittime. Altri testimoni raccontano di un movimento "come di onde".

Come questo: