Pubblicato: Mar, Aprile 16, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Di Maio: porti chiusi misura occasionale

Di Maio: porti chiusi misura occasionale

"Io rispetto il lavoro del collega Di Maio che si occupa di lavoro e sviluppo economico". E aggiunge: "I porti italiani restano chiusi, chiunque parta dalla Libia, a differenza di come sembra stia ipotizzando qualche ministro, non può essere ritenuto un rifugiato, non con me ministro del'Interno".

Di Maio: Sblocca cantieri e dl Crescita presto in Gazzetta ufficiale - "Il lavoro che stiamo facendo è limare alcune norme che avevano bisogno di messa a punto, ma sia lo Sblocca cantieri che il dl Crescita stanno per arrivare in Gazzetta ufficiale nel migliore dei modi". E allora vira e cambia direzione, trattando l'alleato come un nemico quando invece ci sta al governo insieme.

"La Procura distrettuale della Repubblica di Catania", ha detto Salvini, "mi comunica che ha trasferito al Tribunale per i reati ministeriali gli atti del procedimento penale nei miei confronti per sequestro di persona".

Se non fosse chiaro, ci pensa anche Paolo Ferrara, grillino di Ostia, ex capogruppo in aula Giulio Cesare, a dare la sua versione semplificata della complessa operazione finanziaria. E gli attacchi del leader pentastellato all'alleato leghista sui porti chiusi ai flussi dalla Libia di certo non miglioreranno il clima, da qui al voto.

More news: Mercato Inter, Conte pronto a sostituire Spalletti: la situazione

Lo scontro con i Cinque Stelle passa anche per le modalità con cui l'amministrazione di Virginia Raggi sta gestendo la capitale.

"Non solo Matteo Salvini ma anche il Presidente del Consiglio, il ministro dei trasporti e l'altro vicepremier sono indagati per il caso Sea Watch".

Quest'ultima linea, dunque, si va a sovrapporre a quella già dettata dal ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

"Spero che chi sia in comune faccia il massimo, io come ministro dell'Interno per Roma mi manca di mettermi il mantello di Batman". Io mi occupo di sicurezza non posso fare il netturbino, l'autista degli autobus, il manutentore delle metropolitane. E conclude: "Non sono quella che dice 'apriamo a tutti', assolutamente no, però ragioniamo sul futuro perché prima o poi questo futuro ci sfugge di mano".

Come questo: