Pubblicato: Lun, Aprile 15, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Maglia Acerbi, Giorgetti: "Gesto stupido"

Maglia Acerbi, Giorgetti:

"Il mio è stato un gesto scherzoso Non volevo mancare di rispetto a nessuno". Una battuta che non è andata giù a qualche giocatore rossonero, in particolare Tiemoué Bakayoko, che aveva sfidato l'ex di turno, dandogli appuntamento per il match di San Siro con un tono di sfida. Non è tardata la risposta di Acerbi, che su Instagram ha commentato la foto reputandola come un segno di debolezza. Nel corso della settimana il difensore della Lazio Francesco Acerbi aveva punzecchiato i rossoneri definendo la Lazio superiore alla squadra di Gattuso.

Chi, invece, non si aspettava un epilogo del genere era Acerbi che con quel gesto di campo pensava di aver chiuso sul campo la questione nata sui social. "Si smanetta troppo e un professionista deve usare meno possibile i social network e concentrarsi a fare un'ora di allenamento in più".

More news: Ilaria D’Amico sui tifosi dell’Ajax: "Approccio partenopeo con triccheballacche"

Provvedimenti esemplari e severi perchè sussiste la recidività (Kessie, si è reso protagonista di un'ignobile sceneggiata durante l'ultimo derby).

Scuse arrivate poi anche dall'altro milanista coinvolto nella vicenda, ovvero Franck Kessié. La storia infinita si conclude con il centrocampista che si scusa su Twitter, reputando il gesto come uno scherzo e nulla di offensivo. Dopo il mea culpa di Bakayoko, è arrivato infatti quello di Kessie: "Orgoglioso di indossare questa maglia.di questi tifosi.di questa società". Volevo semplicemente scherzare, niente di più.

Come questo: