Pubblicato: Dom, Aprile 14, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Bce, anche per questa volta i tassi restano fermi

Bce, anche per questa volta i tassi restano fermi

Sulle conferme di una politica monetaria accomodante a lungo, sono tornate le vendite sull'euro: la coppia EUR/USD è tornata a testare livelli al di sortto di 1,1260, con un minimo di giornata in area 1,1230.

Il consiglio direttivo della Banca centrale europea (Bce) ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%.

"I rischi per le prospettive di crescita nell'area dell'euro restano orientati al ribasso per via delle perduranti incertezze connesse a fattori geopolitici, alla minaccia del protezionismo e alle vulnerabilità nei mercati emergenti".

More news: Juventus, Allegri: "Ronaldo giocherà titolare contro l’Ajax"

Mario Draghi ha infine dichiarato di non aver discusso di un possibile Quantitative Easing 2 nell'ambito del Consiglio Direttivo.

Nel corso della conferenza, oltre alla presentazione dei progetti, si terrà anche una tavola rotonda incentrata proprio sui Tips e sui SCT Inst (i bonifici istantanei): i relatori illustreranno come i consumatori stanno cercando nuove modalità per pagamenti più semplici e immediati, e come il sistema bancario possa operare per offrire nuove opportunità a questo mercato.

La Bce continuerà poi a reinvestire, integralmente, i proventi dei titoli in scadenza acquistati con il Qe "per un prolungato periodo di tempo successivamente alla data in cui inizierà a innalzare i tassi di interesse e in ogni caso - si legge - finché sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario".

Come questo: