Pubblicato: Mer, Aprile 10, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Salvini: "Flat tax nel Def, aliquota a 15% fino a 50mila euro"

Salvini:

Le modifiche al codice degli appalti sono pronte e anche alcuni commissari straordinari.

Per questo l'ipotesi più plausibile, al momento, è che si tratti di una mera mossa elettorale che, è evidente, si trasformerà in una ennesima promessa non mantenuta.

È nato il nuovo gruppo al parlamento europeo di cui si sta facendo promotore Matteo Salvini. Incassate le vittorie alle amministrative, dato il suo attivismo a 360 gradi, i suoi annunci altisonanti e le iniziative a costo zero (porti chiusi, sicurezza, stop immigrazione, anti-Ue, temi sensibili per la maggioranza degli italiani), ha pensato bene di fare piazza pulita di tutto e tutti. "E come noi rispettiamo e approviamo quello che c'è nel contratto e che magari non è nel Dna della Lega, e penso al reddito di cittadinanza, altrettanto rispetto sul tema fiscale lo pretendiamo dagli altri".

Peccato che il Capitano abbia esagerato.

Noi quattro oggi qui gettiamo le basi della costituzione della nuova casa - ha aggiunto Jörg Meuthen -, dove ci saranno nuovi abitanti. E' passato al contrattacco. Questa riforma del sistema previdenziale consente a chi ha almeno 62 anni di età e 38 anni di contribuzione effettiva di uscire dal mondo del lavoro. "Non ci sono patrimoniali all'ordine del giorno, c'è un recupero di risorse dalle grandi evasioni", ha precisato. Salvini fa il medioevale e si accompagna agli sfigati tradizionalisti cattolici, io difendo la modernità e tutte le famiglie con provvedimenti credibili. Ma che non bisogna fare facile campagna elettorale su certe misure, perché sono ambiziose e costano.

E alla Lega è restata unicamente la legittima difesa e un pezzetto di quota 100.

More news: Uomini e donne, Maria caccia Gian Battista

E il pacta sunt servanda.

Conte: "Flat tax pilastro da completare in manovra" -A cercare di mediare come sempre ci pensa il Presidente del Consiglio. Quando l'amico, ancora prima che collega, Luigi Di Maio va a Parigi e incontra qualcuno che mette in difficoltà il governo italiano, io non commento (un chiaro riferimento ai gilet gialli, ndr).

Messaggi dunque, al vetriolo. "Grazie per il sostegno che hai offerto al cambiamento che abbiamo avviato".

Nel corso della presentazione del simbolo del Carroccio per le Europee di maggio, Salvini chiosa: "Sono stanco del dibattito tra fascisti e comunisti, destra e sinistra, non ci interessa e non interessa a 500 milioni di cittadini europei".

In attesa ovviamente delle europee che potrebbero stravolgere gli equilibri e mutare i rapporti di forza. Su un punto, però, i due vicepremier sono in accordo.

C'è un luogo di reale e vero confronto: quello istituzionale.

Come questo: