Pubblicato: Ven, Marzo 15, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

M5S, diffuse foto osé di Giulia Sarti, interviene il Garante della Privacy

M5S, diffuse foto osé di Giulia Sarti, interviene il Garante della Privacy

Noi indaghiamo su questioni di pubblico interesse, su dove potrebbero essere finiti i soldi che la parlamentare aveva dichiarato di aver restituito al fondo per il microcredito e che sarebbero stati dedicati anche all'eventuale acquisto di apparecchi di videosorveglianza forse per girare filmini privati. Lo avete chiesto a Tibusche? Filippo Roma incalza sul perché dell'iniziativa dell'onorevole ma Tibusche resta sulla difensiva. "Solidarietà a Giulia Sarti".

Sollecitato a spiegare i motivi dell'accaduto, Davide Parenti, ideatore e capo degli autori delle Iene, risponde: "Non c'è stato nessun problema politico, solo un incidente tecnico". "Sono temi delicatissimi, che come sappiamo in alcuni casi hanno portato addirittura alla morte di chi ne è stato vittima, come nel caso di Tiziana Cantone, di cui anche noi ci siamo occupati". Interviene il Garante per la Privacy che "richiama l'attenzione al rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali e chiede il pieno rispetto della sua vita privata". "Quello che sta subendo Giulia Sarti è vergognoso". Il servizio mandato in onda ieri sera dalle 'Iene' è uno schiaffo al rispetto della vita privata di una persona, oltrepassa il limite della decenza. Se proprio non riesci a rispettare la persona derubata, almeno devi rispettare te stesso: superata l'onanistica adolescenza un uomo che tiene alla propria dignità guarda le foto delle donne sue, le foto delle donne nude famose non le guarda più. In merito a questi fatti si sta cercando di fare tutto per tutelare la dignità e la sfera privata della deputata ed evitarle di subire un'ingiusta gogna mediatica dalla quale altre persone, in passato, sono uscite con le ossa rotte. "Il rispetto delle persone prima di tutto", scrive in una nota l'assessore regionale Emma Petitti. Un monito condiviso dal presidente della Camera Roberto Fico che parla di atti "vigliacchi e vergognosi". Oggi però è sul caso Sarti che la politica fa sentire la sua voce. La sua vita privata non ha nulla a che vedere con il caso delle restituzioni. "(...)Più che un pezzo di cronaca di un fatto su cui si è scritto fin troppo, sono dunque a farvi un appello, perché c'è una buona possibilità che possano arrivare sul telefono di chiunque di voi: "non divulgatele. "A Giulia la solidarietà mia e quella della Camera dei deputati". Da Giorgia Meloni a Mara Carfagna fino alle deputate del Pd e a Laura Boldrini il disprezzo contro il "revenge porn" (vendetta attraverso il porno) è unanime."La solidarietà a Giulia Sarti per la diffusione di foto o eventuali video privati è sacrosanta".

More news: Schianto in auto per Defrel. Alcol-test positivo e patente ritirata

Così - giustamente - c'è stata un'ondata di indignazione e solidarietà verso la grillina Giulia Sarti, dal momento in cui la discussione non è più relativa alle sue (presunte) mancanze verso il M5s e scuse per i mancati rimborsi, ma si è spostata su presunti filmini porno che la deputata avrebbe girato.
Una vicenda grave sulla quale è intervenuto il garante della privacy Antonello Soro.

"Non condivido praticamente nulla delle idee politiche espresse in questi anni dalla deputata Giulia Sarti, eletta come capolista del Movimento 5 Stelle in Romagna nel 'listino' proporzionale; le poche volte in cui ho avuto a che fare con lei, quando è stata presidente della Commissione Giustizia, abbiamo prevalentemente litigato".

Come questo: