Pubblicato: Gio, Marzo 14, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Aereo caduto: Brasile, anche Gol sospende voli 737 Max 8

Aereo caduto: Brasile, anche Gol sospende voli 737 Max 8

In riposta alle polemiche nate dopo il drammatico incidente in Etiopia, l'Air Italy fa sapere di essere conforme a tutte le regole di volo.

Dopo la decisione della Gran Bretagna di chiudere lo spazio aereo, a cascata anche gli altri paesi europei l'avevano seguita: Italia, Germania, Francia, Olanda, Belgio e anche l'Oman. Una scelta imposta dal provvedimento della Federal Aviation Administration statunitense, è vero, e forse un tentativo di placare il crollo in borsa, ma pur certo un segnale che una qualche anomalia quel software potrebbe davvero averla. "La sicurezza è la nostra priorità".

La Uk Civil Aviation Authority (Caa) ha annunciato, infatti, di aver chiuso lo spazio aereo britannico a tutti i voli commerciali operati con Boeing 737-800 e 900 Max di qualsiasi compagnia aerea in arrivo, in partenza o in sorvolo sullo spazio aereo Uk.

More news: E' morto Alberto Bucci indimenticabile allenatore di basket

"La compagnia si trova in piena conformità con le disposizioni delle autorità aeronautiche e alle procedure operative e direttive del costruttore.Siamo in costante contatto con le autorità e ne seguiremo le direttive con l'obiettivo di garantire un servizio improntato alla massima sicurezza del volo". Il direttore del settore dell'aviazione civile, Graeme Harris, ha spiegato in una nota che "si tratta di una sospensione temporanea mentre continuiamo a monitorare da vicino la situazione e analizzare le informazioni disponibili per determinare i rischi per la sicurezza del funzionamento del Boeing 737 MAX da e verso la Nuova Zelanda". La maggior parte dei 371 Boeing 737 Max in attività - pari a 97 aeromobili - ha la livrea di compagnie cinesi. "L'EASA ha offerto la propria assistenza a sostegno dell'indagine sull'accaduto". L'agenzia europea analizza costantemente i dati.

Due incidenti in pochi mesi che hanno fatto scattare l'allarme anche se è ancora molto presto per trarre delle conclusioni. Il Global Times ha anche attaccato i media Usa che, nel parlare delle eventuali responsabilità per l'incidente del volo Ethiopian, "sono stati più morbidi nei toni rispetto a quelli usati dopo l'incidente del treno ad alta velocità a Wenzhou il 23 luglio 2011, quando fu messa in dubbio la sicurezza del sistema ferroviario avanzato della Cina". L'autorità per l'aviazione civile dell'Australia ha sospeso temporaneamente l'uso del jet "da e per" il Paese. Nel Vecchio Continente i Paesi dai quali decolla ogni giorno sono Turchia (13), Norvegia (8), Irlanda, Polonia e Repubblica Ceca (7), Islanda e Regno Unito (6), Svezia (5), Belgio (4), Italia e Olanda (3).

Come questo: