Pubblicato: Mar, Marzo 05, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

PRODIGY: è morto il cantante Keith Flint

PRODIGY: è morto il cantante Keith Flint

Il cantante della band britannica, una delle formazioni più importanti del big beat anni Novanta, è stato trovato morto nella propria dimora il 4 marzo 2019.

Keith si è unito alla band come cantante e ballerino dopo aver incontrato Liam Howlett in un rave mentre stava si stava esibendo come DJ. Nato a Londra 49 anni fa, Flint si era trasferito poi Braintree. "La notizia e' vera non posso credere a quello che sto dicendo, ma nostro fratello Keith si e' tolto la vita nel fine settimana", ha detto Hewlett. Sono scioccato, fottutamente arrabbiato, confuso e con il cuore spezzato. Il cantante è stato ritrovato deceduto nella sua abitazione a Dunmow, nell'Essex in Inghilterra e adesso la Polizia ha aperto le indagini per cercare di fare luce e chiarire quanto possibile l'avvenuto. I due decisero di dare vita a un gruppo musicale, insieme all'amico di Keith, Leeroy Thornmill. Tra le canzoni più famose, possiamo citare "Firestarter", "Breathe", "Voodoo People", "Mindfields", inserita anche nella celebre colonna sonora di Matrix, e "Smack My Bitch Up". Aveva 49 anni. Flint era da poco tornato nel Regno Unito da un tour in Australia, e doveva iniziarne un altro negli Stati Uniti a maggio.

More news: Maturità 2019, oggi la simulazione della seconda prova

Sui social sono arrivati tantissimi messaggi d'affetto dai fan del gruppo e da colleghi come Ed Simons dei Chemical Brothers che ha descritto Flint come "un grande uomo" che era sempre "divertente avere intorno". "Vi ringraziamo per il rispetto della privacy di tutti gli interessati in questo momento", hanno scritto gli altri componenti della band su Twitter.

Come questo: