Pubblicato: Lun, Marzo 04, 2019
Tecnologia | Di Ricario Cosma

Spazio: lanciata la capsula Crew Dragon della Space X

Spazio: lanciata la capsula Crew Dragon della Space X

Uno spettacolare decollo dalla mitica rampa 39A del Kennedy Space Center (la stessa da cui partirono quasi tutti i Saturn V alla volta della Luna e tantissime missioni Shuttle) ha rischiarato la tarda notte della costa est degli Stati Uniti (le 2:49 locali), quando il Falcon 9 block 5 ha acceso i suoi nove motori Merlin 1D iniziando la sua fiammeggiante corsa verso l'orbita. Il razzo utilizzato per la propulsione, invece, è tornato sano e salvo a terra atterrando su una nave nell'Atlantico, elemento che lo ha reso il 35esimo rientro senza problemi dei razzi di SpaceX.

La Crew Dragon ha agganciato la Stazione Spaziale Internazionale, sotto la guida e il coordinamento, dall'interno della stazione, dell'astronauta americana Anne Mc Clain.

Space X, lanciata la capsula Crew Dragon. Dal 2011 gli astronauti americani sono stati costretti a "chiedere un passaggio" alle navette russe Soyuz, ma l'introduzione di una nuova soluzione proprietaria renderebbe gli USA nuovamente indipendenti.

More news: De Maggio: "Icardi ed il suo entourage gradiscono il Napoli"

Una volta terminate le fasi di depressurizzazione, dalla Crew Dragon non uscirà, come comunque accadrà prima o poi, Elon Musk, il fondatore di SpaceX, l'azienda privata che ha stretto un patto con la Nasa, e nemmeno Ripley che pure ha tanti sensori per assomigliare a un essere umano e dare risposte su questo volo: il manichino a bordo della navicella, riutilizzabile e che potrà ospitare fino a 7 astronauti, si chiama così in onore alla protagonista di Alien, non proprio un film che lascia tranquilli sulla poltrona sognando missioni spaziali. Se la missione passerà il test si procederà al volo con equipaggio, previsto in luglio, con a bordo due astronauti della Nasa. L'obiettivo di Space X, di proprietà del multimiliardario sudafricano Elon Musk, è quello di arrivare a un lancio con astronauti della Nasa il prossimo luglio.

L'aggancio segna il pieno successo del primo volo di prova senza equipaggio di questa missione, chiamata Demo-1, che rientra nel programma dei voli commerciali della Nasa. Utilizzando una serie di laser e software, la Crew Dragon sarà in grado di identificare l'adattatore e agganciarsi alla stazione in maniera totalmente automatica.

Come questo: