Pubblicato: Dom, Marzo 03, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Moody's: 'Anemica la crescita dell'Italia nel 2019, Pil +0,4%'

Moody's: 'Anemica la crescita dell'Italia nel 2019, Pil +0,4%'

Uno dei problemi sottolineati per l'Italia è "l'incertezza politica", che resterà "elevata" quest'anno: e c'è perfino "il rischio di una crescita molto più debole di quanto anticipato nelle nostre previsioni". Lo afferma l'agenzia di rating Moody's, in un rapporto sull'andamento dell'economia mondiale, prevista in rallentamento nel prossimo biennio. Nell'ultimo report, l'agenzia di rating taglia infatti le stime di crescita del nostro Paese, smentendo di fatto l'ottimismo del governo che continua a negare la necessità di una manovra correttiva per aggiustare i conti pubblici.

Il 2018 si è chiuso per l'economia italiana "con una recessione nella seconda parte" dell'anno, afferma Moody's.

Una delle ragioni principali per la debole attività economica è stata la debolezza della domanda interna determinata da un calo della fiducia e da condizioni di finanziamento meno favorevoli a causa dell'aumento degli spread.

More news: Morta a 44 anni l'attrice di CSI Lisa Sheridan: giallo sulle cause

"Ci aspettiamo che la crescita economica dell'Italia resti anemica nel 2019" con un Pil crescita dello 0,4% quest'anno e dello 0,8% nel 2020. "Un deterioramento delle condizioni economiche - sottolineano gli esperti di Moody's - potrebbe accentuare l'instabilità politica e mettere sotto tensione la fiducia degli investitori e dei consumatori".

Anche se l'Italia rimane fanalino di coda, è tutta l'economia globale ad indebolirsi.

La crescita dell'economia italiana, nel 2019, sarà limitata.

Come questo: