Pubblicato: Sab, Febbraio 23, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Inps, in arrivo la nomina a presidente di Pasquale Tridico

Inps, in arrivo la nomina a presidente di Pasquale Tridico

L'economista Tridico, designato a guidare l'Inps, è il consulente del Ministro sul reddito di cittadinanza: non proprio indipendente, come richiede la legge.

Il vicepremier e ministro Luigi Di Maio ha firmato ieri il decreto ministeriale con le nomine Inps, conferendo l'incarico di commissario a Pasquale Tridico e il ruolo di sub commissario a Francesco Verbaro. Sarà l'Inps a gestire le richieste riguardanti l'ISEE, fondamentale per ottenere il reddito di cittadinanza. Il professore e' un sostenitore delle politiche keynesiane e un convinto oppositore delle misure di austerity.

Movimento 5 stelle e Lega avrebbero trovato l'accordo convergendo su un nome in quota grillina, riservando al Carroccio la vicepresidenza. Verra' azionata la leva della competitivita' salariale piuttosto che quella della innovazione e del capitale umano costoso e qualificato. Avremo frequenti casi di sotto-mansionamento, e giovani laureati costretti a svolgere lavori meno qualificati con più bassi salari. "A perderci sarà tutto il Paese, impantanato in un contesto produttivo poco dinamico e a basso valore aggiunto".

More news: Fedez chiede un selfie a Obama e lui gli dice di ‘no’

Tridico sostiene che negli ultimi decenni l'aumento della disuguaglianza è stato provocato dal cambiamento repentino dei modelli socio economici, un cambiamento che ha contribuito ad aumentare la pressione sul lavoro e a provocare il ridimensionamento delle spese sociali e il declino delle associazioni sindacali. Tridico assumerà infatti la guida dell'Inps e di fatto.

Tridico in passato ha criticato anche la politica monetaria espansiva di Fed e Bce perche' "il Qe ha favorito le speculazioni rispetto agli investimenti produttivi, impedendo l'effetto Keynes".

Come questo: