Pubblicato: Ven, Febbraio 15, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Juventus, chiuso il primo bond a 175 milioni

Juventus, chiuso il primo bond a 175 milioni

"Il verbale della deliberazione del Consiglio di Amministrazione avente ad oggetto l'emissione delle obbligazioni sarà messo a disposizione del pubblico presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato www.1info.it e sarà altresì consultabile sul sito www.juventus.com, nei termini di legge". Le obbligazioni verranno emesse al prezzo di 99,436% e avranno cedola fissa annua pari a 3,375%. Il regolamento dell'emissione è previsto in data 19 febbraio 2019. Juventus spiega che l'operazione, chiusa con successo, ha raccolto ordini per un ammontare superiore a 250 milioni di euro, ricevendo domande da Asia, Germania, Francia, Regno Unito e Italia.

La decisione ha lo scopo di dotare il club bianconero di risorse finanziarie per la propria attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito.

More news: Sanremo 2019: Eros Ramazzotti anima l’Ariston e duetta con tutti

Più nel dettaglio la Juventus avrebbe dato mandato a Morgan Stanley come lead manager e a UBI Banca come co-lead manager per l'emissione di un bond senior unsecured a tasso fisso della durata di cinque anni e dell'importo atteso di 150 milioni di euro.

A confermarlo è stata la stessa società, attraverso una nota apparsa sul proprio sito ufficiale. Le obbligazioni non sono state né saranno offerte o vendute negli Stati Uniti o per conto o beneficio di persone residenti negli Stati Uniti ("U.S. persons", così come definite nella Regulation S dello U.S. Securities Act del 1933, come successivamente modificato (il "Securities Act")) a meno che siano registrate ai sensi del Securities Act o siano esentate da tale registrazione. Tali titoli non sono stati, né saranno registrati ai sensi del Securities Act, né ai sensi di altra normativa.

Come questo: