Pubblicato: Mer, Febbraio 13, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Paratici: "Dybala resta, inferiore solo a Messi. Con Neymar avrei dubbi"

Paratici:

"Non vedo proprio un allenatore migliore".

Il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, in un'intervista concessa a Veltroni e alla Gazzetta, racconta un clamoroso retroscena, anzi confessa che se non avessero puntato Cristiano Ronaldo, avrebbero mirato all'acquisto di Icardi.

Di seguito, le sue dichiarazioni. Così dissi che avevo un'idea per far crescere il club e dare uno shock positivo: 'Non mettetevi a ridere e non buttatemi fuori dall'ufficio. Infine, altre considerazioni spare sul mercato passato e futuro: "L'anno scorso sapevamo di perdere Buffon e Higuain, ho detto al presidente Agnelli che c'erano due modi per timotivare la squadra: comprare Cristiano Ronaldo o Icardi e scatenare un casino incredibile..." Ma, come è ovvio, non era questo il mio obiettivo reale.

More news: Denuncia per Achille Lauro: "Rolls Royce è un plagio"

L'orgoglio di aver portato Ronaldo alla Juve, i rimpianti su qualche cessione e la verità sul futuro di Dybala. Era un calciatore difficile da prendere, doveva sostituire Tevez, non proprio una cosa leggera. Avevamo giocato una finale di Champions League, e stavamo comprando per quaranta milioni un giocatore del Palermo che aveva fatto tredici reti.

Dybala resta alla Juventus oppure sarà sacrificato?

Dalla Juve va via solo chi vuole andare via. Difficile. Messi forse, già con Neymar avrei dei dubbi. "Quando guardi la squadra ci trovi sempre il segno di Dybala", prosegue il responsabile dell'area tecnica della Vecchia Signora. A centrocampo, invece, non so quanti giocatori migliori dei nostri si possano comprare. "Ma sono solo una parte delle centinaia i cui nomi sono scritti su questi pezzi di carta". Si può incassare di più? Ha fatto molto bene nell'ultimo quinquennio, con grandi risultati. Poi facciamo una riunione, era inizio giugno. James Rodriguez? Grande giocatore, ma lo ripeto: migliorare i nostri è difficile. Ti viene paura. Tecnicamente il giocatore che dispiace di aver venduto? Si resiste uno o due anni, poi succede. No. Nel calcio non si sa mai, però è molto difficile.

TONALI, ROMERO E... - "Tra gli italiani mi piacciono Zaniolo, Chiesa, Barella e Tonali, quest'ultimo è un ragazzo super, che ha serietà e personalità". Però le caratteristiche sono diverse.

" Credo sia certamente tra i primi cinque al mondo". Conte, essendo molto juventino, è stato perfetto per quell'epoca, e guardi che soprattutto il primo scudetto di questo ciclo per larga parte è intestabile a lui, alla sua intelligenza e alla sua determinazione. Nei prossimi 35 anni non vedrò mai uno giocare a calcio come lui. "De Ligt? Sicuramente è uno dei giovani migliori che ci sono, quindi lo guardiamo con grande attenzione". Romero? Su di lui siamo bene indirizzati.

Come questo: