Pubblicato: Mer, Febbraio 13, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Berlusconi dalla D’Urso a Pomeriggio5 insulta gli italiani: ‘Siete dei pazzi’!

Berlusconi dalla D’Urso a Pomeriggio5 insulta gli italiani: ‘Siete dei pazzi’!

"Ma lo capite o no che sono pazzi?". Poi ha iniziato un monologo di almeno 20 minuti. Cosa ha fatto il Signor di Maio? "Non mi invitate mai sulle vostre tv, di voi che le fate", dice alla presentatrice della "sua" Canale 5. Dopo aver fatto un paragone tra la sua carriera e quella del vicepremier pentastellato continua: "Il Paese è in mano a Di Maio, cosa ha fatto in vita sua?"

Durante la puntata della trasmissione Pomeriggio Cinque, condotta da Barbara D'Urso, Silvio Berlusconi si è lanciato in una dura invettiva contro il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio domandandosi più volte come gli italiani abbiano potuto votare una persona che, a suo avviso, ha così poche competenze.

"Il signor Di Maio che cosa ha fatto?", "Di Battista chi è?".

More news: Sanremo 2019, la prima volta di Antonello Venditti

Nemmeno il Festival di Sanremo gli è piaciuto: "Io scrivo canzoni - ha spiegato il premier - e quest'anno sono tutte boiate".

Un vero e proprio show quello del Cavaliere, che si è rivolto direttamente al pubblico in sala. Che lauree ha preso? "Spero fino a maggio (alle elezioni Europee alle quali si candiderà, ndr) di poter intervenire in tv: invitate Di Battista, ma chi è?", si è chiesto il leader di Forza Italia. "Siete tutti pazzi, siamo un popolo di matti.". L'ex premier ricorda l'età dorata, quando era lui a Palazzo Chigi, la politica fiscale era più leggera, le relazioni internazionali efficaci e vigorose. Poi, come un profeta inascoltato, snocciola gli errori del governo M5S-Lega: lo stop all'Alta velocità, imposto con "uno studio fatto apposta dai 5 Stelle, che sono contrari"; il reddito di cittadinanza, che per l'ex premier non funzionerà e sarà distribuito male; l'isolamento dell'Italia, evidente dalla recente rottura con la Francia e dalla cacofonia dell'esecutivo sulla crisi venezuelana. "L'Italia si é isolata in Europa", dice, "preghiamo che non entrino forze armate di altri Paesi" in Venezuela. A chi si affiderebbe un'azienda qualsiasi? "Ho già trovato un appartamento a Bruxelles perché bisogna lavorare tantissimo".

Abruzzo, Salvini: voto locale, al governo nessun cambio.

Come questo: