Pubblicato: Lun, Febbraio 11, 2019
Economia | Di Almiro De Bernardi

Dicembre nero per l'industria: produzione in calo del 5,5%

Dicembre nero per l'industria: produzione in calo del 5,5%

Corretto per gli effetti di calendario, a dicembre 2018 l'indice è diminuito in termini tendenziali del 5,5% (i giorni lavorativi sono stati 19 contro i 18 di dicembre 2017).

Nella media del 2018, comunque, la produzione industriale cresce dello 0,8% rispetto all'anno precedente. Tutti questi dati sono poi coerenti con l'indicatore anticipatore dell'Istat che ha visto in dicembre proseguire la tendenza negativa delineatasi a metà 2017. Su base annua la produzione registra invece un calo dell'1,4%, in linea con le stime. La flessione e' diffusa a livello settoriale.

Il tonfo della produzione industriale italiana ha deluso tutte le attese del mercato.

More news: Sanremo 2019, la prima volta di Antonello Venditti

"Il rallentamento dell'economia internazionale si è prolungato anche nell'ultima parte dello scorso anno, colpendo in particolare il settore industriale e la domanda internazionale- spiega Istat-".

Il dato di novembre è stato rivisto fino ad un calo dell'1,3 per cento rispetto ad un calo dell'1,9 per cento precedentemente segnalato. Ciononostante, nel complesso dell'anno i livelli produttivi risultano in moderata crescita, grazie all'effetto di trascinamento dovuto al positivo andamento dell'anno precedente.

Il calo congiunturale a livello mensile, con il -0,8% sopra indicato, è frutto del -2,9% registrato dai beni di consumo, e dal -1,5% per l'energia. Le più rilevanti sono quelle dell'industria del legno, della carta e stampa (-13%), delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-11,1%) e della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche, insieme ad altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-7,9%).

Come questo: