Pubblicato: Ven, Febbraio 08, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Padre Paolo Dall'Oglio è vivo, scrive il "Times"

Padre Paolo Dall'Oglio è vivo, scrive il

Paolo Dall'Oglio, il sacerdote gesuita rapito in Siria nel 2013, sarebbe ancora vivo e oggetto di una trattativa dello Stato islamico per sfuggire all'annientamento in una delle ultime sacche di territorio sotto il suo controllo.

In pratica, le milizie dello Stato islamico starebbero cercando di raggiungere un accordo con le forze arabo-curde sostenute dagli Stati Uniti allo scopo di garantire la propria salvezza. Allo stato attuale, anche Oltretevere si apprende quanto circola nei media dopo che è rimbalzata la notizia del Times appresa da fonti curde.

More news: Hamsik, l'ultimo retroscena prima dell'addio al Napoli

Tra questi - precisa il quotidiano - figurano "il giornalista britannico" John Cantlie, "un prete italiano, Paolo Dall'Oglio, 64 anni, e un'infermiera della Croce Rossa dalla Nuova Zelanda". I tre furono segregati separatamente nei primi giorni dell'ascesa al potere del gruppo terroristico. Cantlie è noto per esser stato usato dall'Isis nei propri video di propaganda. Su di lui si sono riaccese le speranze nei giorni scorsi quando il viceministro inglese della sicurezza Ben Wallace ne ha parlato in un incontro con i giornalisti, sostenendo che per l'intelligenze è ancora vivo e in mano ai jihadisti.

Come questo: