Pubblicato: Gio, Gennaio 31, 2019
Cultura | Di Socrate Ginnetti

Loredana Bertè: "Mi sono curata da sola, non avevo i soldi"

Loredana Bertè:

"Non ci fermava niente, neanche le porte in faccia!". Il ricordo di Mimì è vivo nella sua mente, così come il dolore per la sua perdita.

La cantante, che sarà tra i protagonisti della prossima edizione del Festival di Sanremo, si è raccontata a cuore aperto in un'intervista rilasciata al settimanale 'Vanity Fair'. Quello sì, non lo auguro a nessuno: è una roba universale. Una canzone, la sua in gara, che si intitolerà "Mi sento bene" e sappiamo - da indiscrezioni - possedere una melodia coinvolgente e di sicuro piacere per le proprie orecchie. Sono passati più di 20 anni, ma sembra ieri. Sono sempre stata consapevole che non avrei raggiunto il suo livello.

More news: I luoghi degli ultimi due episodi del Commissario Montalbano

E proprio questo è stato il tema che il cantante ha chiesto alla scenografa: "Il direttore artistico Claudio Baglioni mi ha chiesto di lavorare sul concetto di armonia e io l'ho tradotto ricreando onde armoniche in scena, e inventando un golfo mistico dei musicisti nella pancia del teatro, perché fosse la musica stessa idealmente a sostenere il Trampolino, che è poi Sanremo stesso".

"Desideravo un figlio per lasciare qualcosa, oltre ai dischi. Non ho mai amato", dice parlando dei suoi ex. Loredana ha avuto trascorsi difficili, sin da giovanissima: un padre abusante, una madre approfittatrice. È stata pestata, violentata, tradita e rinchiusa in manicomio. Ma non ha mai pensato di ricorrere alla terapia. "Non avevo i soldi per mangiare, figuriamoci se li avevo per la psicoanalisi", ha rivelato Loredana. Mi sono curata da sola. chiudendo i rapporti con il nucleo familiare: loro non mi appartenevano. Mia madre di noi se ne fregava. Non ho mai avuto una famiglia e non mi manca. Questa è la cosa più bella: "ora non soffro più", ha spiegato.

Come questo: