Pubblicato: Mer, Gennaio 30, 2019
Sportivo | Di Concetto Furlan

Milan-Napoli, Gattuso ci crede: "Gara fondamentale per crescere"

Milan-Napoli, Gattuso ci crede:

Entrambe le squadre sono entrate in gioco a partire dagli ottavi.

A distanza di pochi giorni dalla sfida di Serie A, il Milan e il Napoli si sfideranno nuovamente allo Stadio San Siro di Milano con lo scopo di aggiudicarsi un posto nelle semifinali di Coppa Italia. Anche quest'anno dal campionato non arrivano grossi scossoni, la Juventus è sempre capolista, è sempre la squadra da battere e sembra, almeno dopo questa prima parte del torneo, non avere rivali. E così, nonostante la multa di quindicimila euro inflitta al Milan per quanto accaduto sabato scorso in campionato a San Siro, i tifosi rossoneri hanno urlato ancora una volta quei cori di discriminazione territoriale sanzionati dal giudice sportivo.

Il miglior marcatore del Diavolo in questa stagione è il giovane Patrick Cutrone, autore di 9 reti in 26 partite, mentre tra le fila del Napoli è Arkadiusz Milik ad aver realizzato più goal, ben 12 in 23 gare.

More news: Chiesa trascina la Fiorentina, Chievo ko 3-4

Il Napoli giunge invece alla gara con meno problemi, ma anche con la consapevolezza che, oramai, la corsa Scudetto sia praticamente giunta ad un vicolo cieco: la Coppa Italia, dunque, diventa improvvisamente un obiettivo sul quale puntare con grande forza.

La partita valida per i Quarti di finale di Coppa Italia tra Milan e Napoli sarà trasmessa su Rai 1 e sarà visibile in streaming da tablet, smartphone e pc grazie all' applicazione Rai Play.

Gennaro Gattuso fa esordire dal primo minuto il nuovo acquisto Krzysztof Piatek. Piatek, alla prima da titolare con la maglia del Milan, inizia subito a popolare gli incubi dei centrali azzurri: al 6' Laxalt proietta un bel cross dalla sinistra, il destinatario è Kessié che offre una sponda per il tiro al volo fuori misura del polacco. Ci sarà spazio molto probabilmente per Meret e Maksimovic al posto di Ospina e Albiol. Sulle corsie esterne agiranno Callejon e Fabian, mentre il tandem d'attacco sarà composto da Mertens e Insigne. Cambia poco, a dire il vero, pure con gli ingressi di Mertens e Ounas.

Come questo: