Pubblicato: Mar, Gennaio 29, 2019
Esteri | Di Evidio Veneziano

Trovato morto il piccolo Julen, caduto in un pozzo a Totalan

Trovato morto il piccolo Julen, caduto in un pozzo a Totalan

Una notizia che ha lanciato nello sconforto i soccorritori e i genitori del piccolo. La coppia ha già perso un altro figlio. Nonostante non avessero trovato tracce d'accusa, il pozzo non era mai stato sigillato, ma soltanto ricoperto da sassi.

L'aveva funestamente annunciato il canto dei galli durante la notte scorsa, insieme al latrato dei cani nelle campagne di Totàlan, mentre i minatori si avvicinavano ai due metri di scavo nella galleria orizzontale.

Il pianto di Julen si è fatto subito debole. Julen stava correndo a pochi metri di distanza ed il papà ha cercato immediatamente di raggiungerlo. "Il fratellino ci aiuterà". La natura rocciosa del terreno, infatti, ha rallentato di molto il processo di trivellazione. Eppure il giorno in cui il bambino cadde nel pozzo lui non era neanche di turno.

More news: Microsoft Office 365 disponibile anche per dispositivi Apple

Il padre di Julen, José Roselló, ha raccontato in un'intervista al giornale Diario Sur, cos'è successo quel pomeriggio. Alle 14.00 di domenica 13 gennaio, cade nel pozzo di 25 centimetri di diametro e profondo 100 metri. A quella profondità il pozzo era pieno di terra. Tutto il Paese restò per giorni interminabili davanti alla televisione a seguire i soccorsi di Alfredino. La Spagna osserverà tre giorni di lutto in sua memoria. Molti sono i messaggi di cordoglio giunti alla famiglia Rosello, tra cui quello del Presidente del Governo della Spagna, Pedro Sanchez, che su Twitter ha scritto: "Tutta la Spagna si unisce alla tristezza infinita della famiglia di Julen". Era a circa 10-15 metri di distanza quando la cugina inizia a urlare: "Il bambino!", temendo che inciampasse.

Il lavoro è laborioso anche perché i minatori - che respirano il loro stesso ossigeno, che viene rimesso in circolo grazie a bombole speciali che lo depurano dall'anidride carbonica - scendono in fondo alle viscere a due a due, nella capsula speciale creata per il tunnel.

Come questo: